Skip to content

Wangari Muta Maathai - Amare la natura per salvare noi stessi

I principi e le pratiche del Green Belt Movement

Wangari Maathai, come già è stato scritto, nacque nel 1940 in un piccolo villaggio, Ihithe, nella zona centrale del Kenya, dove visse solo i suoi primi anni di vita. Della sua infanzia ricorda: "Vivevamo in una terra ricca di cespugli, piante rampicanti, felci e alberi come il mūtūndū., il mīkeu e il mūgumo alcuni dei quali producevano bacche e frutti. Dato che la pioggia cadeva in modo regolare e sicuro, l'acqua potabile si poteva trovare ovunque. C'erano grandi campi, ben irrigati, di mais, fagioli, frumento e ortaggi. In pratica, non si sapeva che cosa fosse la fame. Il suolo era ricco, umido e di un colore marrone-rossastro".
Solo nel 1975, quando, cioè, iniziò a seguire i seminari organizzati dal National Council of Women of Kenya, scoprì che la terra natìa era improvvisamente diventata una delle zone più aride del paese, in cui una delle principali cause di morte era la mal nutrizione. Wangari continuò a partecipare attivamente alle attività del NCWK. Dopo aver individuato come causa principale dei problemi legati alla malnutrizione il degrado ambientale, decise di attivarsi per la risoluzione dei problemi, e così: "Semplicemente, mi dissi: Perché non piantare degli alberi? Avrebbero fornito legna da ardere per permettere alle donne di cucinare cibi nutrienti, oltre al materiale per le staccionate. Gli alberi avrebbero inoltre offerto ombra agli esseri umani e agli animali e protezione ai bacini idrografici, e avrebbero compattato il terreno. E se fossero stati alberi da frutta, avrebbero anche prodotto cibo. Avrebbero risanato l'area, richiamando di nuovo uccelli e piccoli animali e rigenerando la vitalità del suolo. Così ebbe inizio l'avventura del Green Belt Movement".
Il Green Belt Movement con la semplice iniziativa di piantare alberi propose soluzioni facilmente attuabili che ritrovarono un reale riscontro nella vita quotidiana. Proprio per questo motivo le attività del Green Belt non restarono circoscritte a chi collaborava con il NCWK, ma ben presto iniziarono a coinvolgere sia i contadini, sia organizzazioni come le scuole e le chiese locali. A tal proposito Wangari scrive: "[…] prima inizi lavorando per conto tuo, poi trasmetti il valore di ciò che fai agli altri. In poco tempo, quasi prima che te ne possa rendere conto, saranno in molti a unirsi a te".
Le persone che prendevano parte alle attività del Green Belt erano gratificate dalla possibilità di realizzare qualcosa di utile per tutta la comunità, sentendosi nuovamente cittadini attivi.
I membri del Green Belt si approcciavano alle popolazioni rurali attraverso l'utilizzo della Bibbia, poiché la maggioranza delle persone era di religione cristiana e leggere i passi della Bibbia, che trattavano del rispetto della natura e dell'ambiente che ci circonda, era il metodo più semplice per far comprendere l'importanza delle loro attività. Wangari Maathai era interessata non solo a far conoscere il suo movimento e le sue attività, ma anche a far acquisire, alle persone che avessero deciso di unirsi a loro, la consapevolezza di ciò che significava piantare alberi per il loro territorio.
La partecipazione attiva alle attività del Green Belt fu garantita dall'organizzazione di seminari, durante i quali, come spiega Wangari: "I partecipanti vengono incoraggiati, da un lato, a investigare sulle origini del degrado ambientale, dall'altro ad analizzare il ruolo che loro stessi, insieme con gli altri membri della comunità e con la società in generale, ricoprono. Durante ogni seminario ciascun gruppo dapprima elenca i propri problemi; successivamente è chiamato a capirne e a individuare le giuste azioni da compiere – a livello personale, di famiglia o comunità – per risolverli, nell'immediato o a lungo termine". Inoltre: "Era meraviglioso vedere tutti quegli uomini e quelle donne che parlavano con fiducia durante gli incontri […]. Nel corso degli anni, questo approccio si trasformò nei seminari di educazione civica e ambientale che divennero parte integrante delle attività del Green Belt Movement".

Questo brano è tratto dalla tesi:

Wangari Muta Maathai - Amare la natura per salvare noi stessi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Natascha Cilio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze Pedagogiche
  Relatore: Maria Antonietta Selvaggio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambiente
kenya
sostenibilità ambientale
diritti civili
premio nobel per la pace
wangari muta maathai
green belt movement
sviluppo ambientale
donne africane
autopotenziamento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi