Skip to content

I prodotti cosmetici destinati alla protezione solare: caratteristiche, formulazioni ed interazioni con la pelle

Esposizione solare

I raggi che raggiungono la superficie terrestre variano notevolmente a secondo delle differenti condizioni atmosferiche ed in base alla latitudine.
La quantità delle radiazioni solari che giungono al suolo può variare all’interno della stessa giornata, ad esempio i raggi UVB incrementano in funzione dell’altezza del sole, mentre i raggi UVA, provenienti da numerose fonti di luce, restano costanti nell’arco dell’intera giornata.
La differente altezza del sole concorre non solo ad aumentare la quantità di radiazioni solari presenti nei diversi periodi dell’anno, ma muta la quantità di atmosfera attraversata e la quantità di assorbimento e riflessione prodotta dalla stessa.
L’esposizione moderata ai raggi solari può generare effetti benefici diretti ed indiretti sulla salute psico-fisica dell’uomo, che possono riflettersi ad esempio nel miglioramento della densità ossea, in una riduzione del rischio di tumori, nella cura di differenti patologie dermatologiche e nel miglioramento dell’umore stesso.
L’azione della luce solare porta alla formazione della vitamina D nella pelle umana, la quale esercita un ruolo fondamentale nel metabolismo osseo.
Generata a partire dalla conversione del precursore 7-deidrocolesterolo in provitamina D, ad opera dei raggi UVB, è fondamentale nello sviluppo e nella crescita ossea, nonché nel mantenimento del loro corretto stato di salute.
La produzione di vitamina D può portare alla prevenzione di malattie come l’osteoporosi, il diabete melliti di tipo I, le malattie autoimmuni e differenti tipi di tumori non solo cutanei .
Un altro ruolo fondamentale svolto dalle radiazioni solari è l’azione antimicrobica rivestita dai raggi ultravioletti UVC, utilizzati per disinfettare le superfici di oggetti solidi.
L’interazione dei raggi UV con la pelle può inoltre determinare la formazione di un fattore attivo contro i funghi, che dopo essere prodotto viene liberato nel sangue, stimolando così la resistenza alle infezioni.
Al di là dei differenti benefici fisici che può generare, l’esposizione solare influenza la psiche umana anche attraverso il benessere visivo e termico, fondamentali nella vita dell’essere umano.
Dal punto di vista psicologico l’esposizione ai raggi solari fa si che il soggetto percepisca un benessere interiore legato al fatto che vi è una relazione tra esposizione solare e il turnover di serotonina a livello cerebrale, che giustifica in parte gli sbalzi di umore legati alle stagioni dell’anno. L’aumento di livelli di serotonina, generati da una corretta esposizione ai raggi solari, può prevenire fenomeni di depressione. Grazie ai benefici generati dalla luce solare, più di cento anni fa, un famoso Nobel per la Medicina, Finsen Nils, utilizzo la fototerapia per il trattamento del Lupus Vulgaris.
Da quel momento la luce del sole ebbe il suo posto nel trattamento di pazienti con problemi dermatologici attraverso l’utilizzo di apparecchiature in grado di riprodurre artificialmente i raggi del sole e la loro azione benefica. La luce solare ha un potente effetto immunomodulatore, inoltre ha una capacità antinfiammatoria, in quanto contiene radiazioni con lunghezza d’onda in grado di apportare benefici ai pazienti affetti da infiammazioni cutanee, generando una riduzione della produzione di citochine pro-infiammatorie a livello vascolare.
I raggi UVB e UVA di tipo I sono molto efficaci in alcune patologie cutanee, come psoriasi dermatite topica, portando alla deplezione delle cellule T presenti nella cute lesionata, riducendo così la lesione cutanea.
Le radiazioni solari, nelle corrette quantità, possono essere considerate una giusta combinazione tra farmaco anti-infiammatorio e modulatore immunitario, generando minori rischi per l’individuo e promuovendo un vantaggio economico [...].

Questo brano è tratto dalla tesi:

I prodotti cosmetici destinati alla protezione solare: caratteristiche, formulazioni ed interazioni con la pelle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Perrotta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Informazione scientifica sul farmaco
  Relatore: Roberta Cavalli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 137

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

filtri solari
fattore di protezione
prodotti cosmetici
filtri chimici
filtri fisici
prodotti solari
danni solari
raggi uv
apparato tegumentario
legislazione cosmetica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi