Skip to content

Le Contaminazioni musicali e culturali del Nord Africa (Numidia)

Musica del Villaggio

La musica nei villaggi berberi differisce da regione a regione, ma ha sempre delle caratteristiche essenziali nel contesto delle prestazioni collettive. Uomini e donne di un intero villaggio, parenti di un gruppo o di una tribù di montagna del Marocco (tranne nel Rif) si riuniscono in occasione di feste per cantare e ballare insieme. Non c’è divisione tra performer e pubblico, gli abitanti del villaggio sono il pubblico per la musica ed eseguono le loro melodie. I montanari usano un solo strumento, il Allun o tagnza, un telaio a tamburo con variazioni regionali, utilizzato solo dagli uomini. La musica del villaggio può essere divisa in due repertori. Uno è costituito dalla musica da ballo, i cui testi di canzoni (se utilizzati) sono di secondaria importanza e di solito consistono in formule brevi valutate e tenute per le loro caratteristiche formali e per la disponibilità del repertorio vocale, la cui poesia è più importante della sua musica.
I testi di questo repertorio esprimono amore o preoccupazione, anche se sempre indirettamente, e talvolta si riferiscono alla situazione politica o evocano l’onnipotenza di Dio. Questi due repertori sono spesso eseguiti alternativamente. In Cabilia, quando la musica-danza viene eseguita senza i ballerini, i testi sono cantati, ma quando è possibile una danzatrice viene accompagnata solo dal tamburo. Molte sono le forme di ballo e di repertorio nella musica delle montagne del Marocco, per esempio: la poesia è Sung, essa si riferisce al tamdyazt termine generico, le danze più note sono la ahwash e la ahidus nella parte occidentale dell’Alto Oriente. Tuttavia quasi tutte le tribù anche le più piccole, chiamate i gruppi kin, hanno la loro musica.
C’è anche un repertorio di canzoni per il cantante solista usato per le feste o per cantare da solo nei campi, in un bosco o in viaggio, in genere hanno due versi e sono marcatamente melismatici, per esempio l’ aāitāa del Rif, la tamawayt o lmayt del Medio Oriente, e la ttlawt dell’Alto Oriente. La musica di Alto Oriente e del Sud, corrisponde con la regione dialettale Tashlhiyt, che contiene esclusivamente scale pentatoniche e tetra toniche , con una gamma melodica di circa un’ottava e mezzo, questo vale anche per molte canzoni della Cabilia. Le linee melodiche hanno la caratteristica forma ondulata, con sequenze melodiche eventualmente disgiunte e normalmente seguite da un movimento che le ricongiunge.
Gli intervalli di piccola taglia sono frequentemente e sistematicamente utilizzati in molti canti rituali che caratterizzano anche alla musica folk araba, così come nella musica del Medio Oriente, del Rif e altrove in Marocco e in Algeria. Nei repertori più tradizionali, gli uomini cantano in un registro acuto. Nel Sud tra gli uomini e le donne dell’Alto Oriente si canta nella stessa estensione, alternandosi.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le Contaminazioni musicali e culturali del Nord Africa (Numidia)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Abderzak Allal
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Conservatorio ‘Licinio Refice’ di Frosinone
  Facoltà: Corso Triennale di Percussioni
  Corso: Corso Triennale di Percussioni
  Relatore: Antonio Caggiano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

percussioni
numidia musica
tuareg musica
berber music
contaminazioni musicali nord africa
musica del nord africa
contaminazioni culturali nord africa
percussioni africa
storia del musica del nord africa
ritmi nord africa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi