Skip to content

The Role of Albania within UN Peacekeeping Operations

SOFA and Rules of Engagement

The Status of the Multinational Protection Force was established in the Agreement between the Government of the Republic of Albania and the Government of the Nations contributing to the Multinational protection Force, signed in Rome on 21 April 1997. The Agreement reflected the model of the Status Forces Agreements (SOFA-s) which means that was limited to the regulation of the juridical status of the Multinational Force and of its personnel and was not dealing at all with the regulation of the status of other international missions such as OSCE. In the other hand the status of OSCE was regulated through the stipulation of a specific agreement between the OSCE and the Government of Albania. As usually happens in the case of the SOFA, from one side is regulated the status of the force itself and from the other side is making reference to a specific international convention. In this case the referral convention was the United Nations Convention on Lien and Immunities of 13 February 1946. It is foreseen that the arrangements of this Convention related to the status of the mission’s experts are carried out mutatis mutandis to the personnel of the force itself (art. II.3). This is a singular aspect of the SOFA’s of the Alba Operation, compared to the SOFA of the peacekeeping forces of the United Nations, codified through the model adopted from the General Assembly of the United Nations on 1990. In the other hand the arrangements of the SOFA for Alba find a precedent in the agreement of Dayton Peace Agreements, according to which to the NATO personnel deployed in the mission are applied the mutatis mutandis norms. As well based on Art. III.2 of the Agreement the Personal Inviolability of the personnel was absolute. The innovations were related particularly to the aspect of the responsibility for damages caused or undergone from the force itself foreseen in the Art. VIII of the Agreement. In this regard at Art. VIII. 3 was adjourned the conclusion of an agreement ad hoc. Art. VIII.3 of the agreements reads as follows: “claims arising out of the activities in connection with the civil disturbances, protection of the Multinational Protection Force, firing of weapons or which are incidents to an operational necessity (e.g. activities which provide for the support, implementation and participation of the FMP), are excluded and shall not furnish the basis for the payments of the claims." Last but not least the SOFA’s agreement had foreseen as well the establishment in different levels of liaison offices between the Government of Albania and the force itself (Art. XII) and as well as the establishment of arrangements in order to resolve the disputes that may arise from the interpretation and the application of the agreement itself, based on negotiations and diplomatic consultations (Art. XIII).
The rules of engagement were elaborated by the Military Summit of the Multinational Protection Force and were approved by the Steering Committee during one of its first meetings held on April 1997.

These rules of engagement were inspired to the following principles such as:

* full respect for the international law;
* the right to use the force, in conformity with the principle “jus necessitatis” in order to protect the persons from serious criminal acts;
* the right of self-defence, as in case of an operation authorized from the Security Council it is possible to use the force only when it is extremely necessary for the fulfilment of the task itself. This was in few words the scenario where the Multinational Protection Force, known as Operation Alba conducted, its activities. In the end, the case of Albania is indicative of the need for a strengthened and revitalised OSCE, especially if it is to become the primary peacekeeping organisation in Europe. The OSCE should explore ways and means to assume the leading role in the multinational operation in Albania, in order to:
* ensure a larger involvement by the international community in the operation in Albania;
* guarantee an effective coordination between the humanitarian and military components of the mission;
* provide a legitimising umbrella to the mission

Questo brano è tratto dalla tesi:

The Role of Albania within UN Peacekeeping Operations

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eurona Leka
  Tipo: Tesi di Master
Master in Universita degli Studi di Torino, Facolta di Scienze Politiche
Anno: 2008
Docente/Relatore: Lorenza Mola
Istituito da: Università degli Studi di Torino
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 44

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

albania
international law
united nations
operations
peaceekeping
rules of engagement
alba operations
multi national protection force

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi