Skip to content

Lo sviluppo dell'e-commerce nel grocery: il caso Tesco in Corea del Sud

L'impatto dei blog e dei social media sulle intenzioni di acquisto del consumatore

Una particolare attenzione deve essere data alle comunità virtuali che si vengono a creare nel Web e che influiscono sulle scelte di acquisto da parte del cliente. Esistono molteplici definizioni di comunità virtuale; la più recente la definisce come "comunità esistente nel cyberspazio, le cui attività sono supportate da tecnologia basata sui computer e che si focalizza sulle comunicazioni e le interazioni gestite dai partecipanti, enfatizzando le relazioni tra i membri". (Yap e Brock, 2005). Esse possono presentare sia caratteri "generalisti" che "specifici" in termini di interessi, professioni, appartenenze geografiche, ecc.
I vantaggi che i membri hanno nell'appartenenza alle comunità sono:

1-trattare argomenti di interesse (per esempio iVillage di Tesco, offre una grande varietà di servizi per le donne, come consigli su salute, bellezza, lavoro, ecc.);

2-stabilire relazioni: possibilità di stringere amicizie e relazioni di vario genere;

3-portare a termine transazioni commerciali.

Nelle comunità online più strette, come i club, si riconoscono ruoli diversi a seconda delle persone che ne fanno parte. In questo caso si fa riferimento alla differenziazione tra visitatore e membro. Il primo può accedere solo ad una parte delle risorse del club ed in una versione più limitata, mentre il secondo deve passare per una prova di ammissione individuata dal fondatore che ne definisce i criteri, decidendo chi può entrare o meno nel club (Guercini, 2003). Le comunità virtuali, in generale, integrano spesso lo stretto legame che è già presente offline, come nel caso delle "tribù" (le più note Alfisti per l'Alfa Romeo, Ducatisti per la Ducati, Harley Owners Groups per la Harley Davidson), oppure come nel caso dei blog e dei social network, mirano a scambiare conoscenze specifiche tra persone su un determinato tema, rappresentando ormai delle vere e proprie "comunità di consumo" (Gerken G., 1994). I blog e i social media sono in grado di creare delle comunità in grado di influenzare in maniera netta il comportamento di acquisto delle persone. Soprattutto nel caso dei blog si comincia a parlare dei cosiddetti influencer che in modo diretto o indiretto gestiscono le comunità online; circa metà hanno meno di 22 anni e, la maggior parte sono uomini. Gli influencer agiscono dove ci sono interazioni, quindi nell'ambito delle comunità online e caricano più volte i loro contenuti nell'arco di un giorno. Quest'ultimi possono essere di vario tipo: i più importanti sono i video che sono il 94%, seguono gli articoli sui propri blog e i blog personali con il 92% e libri o di qualunque prodotto editoriale con l'89%; sotto questo limite ci sono comunque intorno al 70% commenti e aggiornamenti delle proprie aree in un social network, come può essere Facebook.
Un prodotto, un servizio online è fortemente influenzato dall'opinione dei cosiddetti influencer; se pensiamo per esempio a un prodotto di elettronica, il 60% degli acquisti online viene orientato dagli influencer. Si hanno percentuali elevate anche per altri settori come il turismo dove la scelta della location dove trascorrere la vacanza è influenzata dal 52% degli influencer, i film che uno a fare arriva al 48%, fino ad arrivare intorno al 40% per la scelta della propria auto, il prossimo lavoro o il ristorante su cui andare a cenare la sera.
I social network sono piattaforme su cui ogni utente inserisce i propri dati, pubblica i propri pensieri, condivide le proprie emozioni e gli avvenimenti della sua vita privata.
A differenza del blog il social network è molto più personale; detto questo, i dati parlano chiaro e mostrano quanto quest'ultimi incidano sul comportamento del consumatore, indirizzandolo verso l'acquisto.
Questo evidenzia ancor di più come la presenza delle aziende sui social media sia diventata necessaria. Tra questi, in particolare Facebook, che conta oltre 1 miliardo di utenti in tutto il mondo, seguito da Twitter, Youtube e Linkedin. Attraverso le official pages (pagine ufficiali), gli utenti entrano in contatto diretto con l'azienda ottenendo informazioni utili sull'azienda ed i prodotti/servizi offerti, grazie alla possibilità di pubblicare foto, video, e contenuti di vario tipo. Il costo sostenuto dalle aziende al riguardo è risicato (costo del contatto prossimo allo zero) e permette all'azienda di ottenere un alto livello di fedeltà dai propri clienti.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Lo sviluppo dell'e-commerce nel grocery: il caso Tesco in Corea del Sud

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cristiano Corsini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Management Internazionalizzazione e Qualità
  Relatore: Simone Guercini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi