Skip to content

Sviluppo dell'analisi optometrica comportamentale: dalla prescrizione preventiva rieducativa al Visual Training

Il Trattamento di regressione - Ortokeratologia

L’Ortokeratologia si impiega in casi particolari al fine di raggiungere uno scopo preciso e ottenere in tempi rapidi un processo d’arresto (durata da 6 ai 12 mesi).
Le lenti utilizzate sono tetracurve, a quattro curve e pentacurve.
La lac tetracurva ha una curva base, per l’appoggio centrale, con ampiezza di circa 6mm; segue una curva secondaria o curva inversa (riverse zone) più chiusa (raggio di curvatura più corto) della curva base.
Quest’ultima curva funziona da ancoraggio e consente di adattare una lac con un raggio base più piatto del meridiano corneale più piatto. Tale zona ha la funzione di allineare il profilo della lente a contatto alla cornea costringendola in tal modo a centrarsi.
La Zona di allineamento seguita da una curva asferica più piatta che si estende sino al bordo terminale, consente il ricambio lacrimale e l’espulsione di bolle d’aria e detriti.
Le nuove geometrie per ortokeratologia hanno consentito di ottenere il processo di rimodellazione alquanto velocemente. Questa forma accelerata di ortokeratologia produce una modifica già durante la prima notte, con il resto che si completa abitualmente entro i 30 giorni dall’inizio del trattamento. Alcuni ritengono che le lenti a contatto rigide riescono a curvare la cornea, rimodellandola e di conseguenza a ridurre la miopia; altri studi sembrano indicare invece che le modifiche alla forma della cornea nell’ortokeratologia siano temporanee, dimostrando come la cornea sia elastica e abbia una “memoria”. Ciò è stato confrontato con un cambiamento “plastico” (quello in cui la cornea rimane permanentemente modellata in una forma differente dall’uso di una lente rigida). I risultati di questi studi dimostrano che, qualsiasi sia il meccanismo d’azione, i cambiamenti della forma della cornea e la conseguente riduzione della miopia sono temporanei e sono ritornati al punto di partenza nel momento in cui le lenti sono state smesse di utilizzare. Il quesito che rimaneva irrisolto era se ciò fosse dovuto alla curvatura della superficie della cornea o ad altro meccanismo d’azione. Alcuni recenti studi sembrano dimostrare che l’applicazione delle lenti a contatto gas permeabili che usano una geometria inversa, ridistribuisca il tessuto corneale piuttosto che cambiare l’errore rifrattivo attraverso una curvatura della cornea. L’ipotesi è che un sottile strato di film lacrimale viene a formarsi tra la superficie posteriore della lente per ortokeratologia e la zona centrale della cornea. La pressione idraulica esercitata da questa deposito di film lacrimale provoca una ridistribuzione delle cellule epiteliali sottostanti dal centro verso la periferia come si può notare.
Gli studi hanno scoperto che:
1. le cellule dell’epitelio corneale si sono ridistribuite, con dei livelli significativi, sulla superficie corneale, portando a un assottigliamento della cornea centrale;
2. si è riscontrato un contemporaneo ispessimento della media periferia della cornea, in particolare nello strato stremale. Questi cambiamenti avvengono senza alcuna modifica evidente della curvatura posteriore della cornea. Erano quindi le cellule epiteliali corneali a essere ridistribuite come risultato della pressione esercitata dal film lacrimale citata in precedenza.
Queste “forze” del film lacrimale causano una compressione che provoca una ridistribuzione delle cellule epiteliali (anche probabilmente di alcune cellule dello stroma) verso la periferia della cornea; questa ridistribuzione produce una riduzione della profondità sagittale della cornea, che risulta in un accorciamento della lunghezza assiale dell’occhio e in ultima analisi; questa riduzione della lunghezza assiale provoca l’avvicinamento dell’immagine a fuoco della retina (macula), riducendo o eliminando la necessità di una correzione miopica.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Sviluppo dell'analisi optometrica comportamentale: dalla prescrizione preventiva rieducativa al Visual Training

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sebastiano Amatulli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi del Salento
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze e tecnologie fisiche
  Relatore: Domenico Brigida
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 92

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

retinoscopia dinamica
ortokeratologia; ortocheratologia
visual training
test dei 21 punti
cognitivismo e scienze psicologiche
stress compulsivo; scolarizzazione
rgp; bifocali; progressive
lente positiva
embedded; radicamenti
stistema tonico; sistema limbico; neurogenesi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi