Skip to content

L'universo linguistico di Arturo Pérez-Reverte. Una proposta di analisi traduttiva, letteraria e audiovisiva.

La traduzione: i modelli e il processo traduttivo. Un approccio semiotico

Prima di illustrare in dettaglio i metodi impiegati per la mia analisi traduttologica di Alatriste, dedicherò la prima parte di questo capitolo alla trattazione delle teorie più recenti sulla traduzione, di quei concetti e di quelle fasi che compongono questo processo, e le problematiche che lo riguardano.
Quando parliamo di traduzione intendiamo, in senso lato, “la trasposizione di un testo in una lingua, o codice naturale, diversa da quella in cui il testo è stato inizialmente concepito e scritto” ; per delineare lo spazio entro cui questo processo si svolge, utilizziamo le espressioni “lingua/testo di partenza” (sp. lengua original [LO] /texto de la lengua original [TLO]) e “lingua/testo di arrivo” (sp. lengua terminal [LT] /texto de la lengua terminal [TLT]). La traduzione è quindi un processo che conduce da un testo originale (detto anche prototesto), ad una sua attualizzazione nello stesso codice o in un codice diverso (detto metatesto). Nella catena comunicativa la traduzione rappresenta la fase di decodifica e ricodifica di questo messaggio da una lingua ad un’altra passando per un linguaggio d’intermediazione.
La disciplina che si occupa dello studio del processo traduttivo è appunto la scienza della traduzione, la quale ha visto un notevole sviluppo nel secolo scorso soprattutto grazie all’invenzione della semiotica, sebbene il mestiere del tradurre sia conosciuto e praticato fin dall’antichità. Negli anni Trenta lo psicologo russo Vygotskij ha formulato per la prima volta il concetto di linguaggio interno, una linguaggio non verbale usato dalla mente, parallelamente al linguaggio verbale esterno, successivamente rielaborato e attualizzato in un discorso interno, una sorta di dialogo che possiede una struttura sintattica particolare caratterizzata da un’estrema sintesi.
Nella scienza della traduzione questo concetto di discorso interno è di fondamentale importanza perché ha rivoluzionato il modo più tradizionale di concepire il processo traduttivo ed è la chiave per comprendere il concetto di traduzione. Il discorso interno esegue una traduzione continua tra la realtà esterna e la realtà interna dell’individuo; il discorso esterno che ne risulta non è altro quindi che un’evoluzione di quello interno, una sua traduzione in una modalità comprensibile e lineare. Questo concetto viene poi ripreso da altri studiosi come il russo Jakobson, che ha individuato le radici storiche del discorso interno nel verbum mentis sive interius di Tommaso d’Aquino; e dal filosofo americano Peirce, uno dei fondatori della semiotica, che descrive il dialogo interno come “fattore cardinale nella rete della lingua, che serve da connessione con il passato e il futuro del Sé”.
Peirce inoltre utilizza spesso il termine traduzione per spiegare la significazione, il processo in cui avviene la formazione del significato, mediante il quale un segno rimanda ad un oggetto o ad un concetto attraverso un legame soggettivo, emotivo e interpretante. Lo studio di Peirce sul concetto di interpretante, ovvero quell’idea che serve da tramite fra il segno percepito e l’oggetto cui rimanda la semiosi, dimostra che esso è costituito da quello stesso materiale non verbale del linguaggio interno.
In base a questa ipotesi, Peirce elabora la triade prototesto-traducente-metatesto, dove con traducente si intende il translatant, quell’idea che si forma nella mente del traduttore e che funge da tramite tra il testo originale e il testo tradotto. In questo ambito, il linguaggio interno si configura quindi come il metalinguaggio traduttivo d’intermediazione tra il testo verbale dell’originale e il testo verbale tradotto; è il codice che permette la traduzione in ogni sua componente. Sulla base di queste premesse, la traduzione effettiva non è altro che il prodotto di due processi intersemiotici: il primo è un’analisi in cui si traducono i segni grafici del prototesto nelle interpretazioni possibili per quanto riguarda il senso (si parla anche di deverbalizzazione del prototesto); il secondo è una sintesi, in cui si passa dal linguaggio di intermediazione, fatto di pensieri e di discorso interno, alla lingua ricevente (riverbalizzazione nel metatesto).

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'universo linguistico di Arturo Pérez-Reverte. Una proposta di analisi traduttiva, letteraria e audiovisiva.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Ciampi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Paolo Giuseppe Caucci Von Saucken
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione
letteratura spagnola
lingua spagnola
traduzione audiovisiva
siglo de oro
analisi traduttiva
arturo pérez-reverte
il capitano alatriste
il sole di breda
il destino di un guerriero

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi