Skip to content

Il processo di riqualificazione delle infrastrutture aeroportuali: i nuovi Shopping Centers

Le migliori performance degli aeroporti italiani

Attraverso i ricavi complessivi generati dalle diverse società di gestione aeroportuale è possibile stendere una classifica degli aeroporti nazionali in base ai ricavi totali raggiunti nel periodo 2009-2010. Emerge infatti che i ricavi totali risultano più elevati per gli scali a maggior traffico, mentre i maggiori incrementi dei ricavi coinvolgono soprattutto i piccoli-medi scali, che raggiungono tali valori grazie alle compagnie low cost, che vanno a localizzarsi negli hub in grado di offrirgli migliori condizioni economiche.

Dalla tabella precedente si nota come i leader del settore, S.E.A. e Aeroporti di Roma, occupano le prime due posizioni in classifica con un ammontare dei ricavi totali pari rispettivamente a 633.700 e 596.340 milioni di euro. Ai due leader fanno seguito le società che negli ultimi anni hanno investito notevolmente per ambire al ruolo coperto dai due precedenti: Save, la società di gestione dell'Aeroporto Di Venezia Marco Polo, l'Orio Al Serio S.A.C.B.O. per l'aeroporto Civile di Bergamo e la società Aeroporto G. Marconi Di Bologna S.p.A. per l'omonima infrastruttura aeroportuale. Le ultime tre posizioni in classifica, invece, vengono, occupate dalle società GESAC per l'aeroporto di Napoli, SAGAT per l'aeroporto di Torino e da Aeroporto V. Catullo di Verona per l'omonima struttura aeroportuale. Tali società si interessano della gestione dei principali 10 aeroporti nazionali, che fungono da ponti di collegamento con le destinazioni estere. Invece, per quanto riguarda l'incremento dei ricavi totali favorito dall'insediamento delle compagnie low cost, dalla tabella che segue è possibile constatare che i primi posti in classifica dei piccoli e medi hub vengono occupati dagli aeroporti di Alghero, Trapani e Napoli con un incremento del 79% circa per il primo, del 50% circa per il secondo e del 19% circa per il terzo. Incrementi inferiori vengono raggiunti dalle posizioni successive che sono presidiate dagli aeroporti di Bari, Firenze, Forlì, Cagliari, Pisa, Falconara e Lamezia Terme.

E' opportuno confrontare come cambiano le posizioni in classifica per le diverse infrastrutture aeroportuali nazionali se si prendono in considerazione i ricavi non aviation, ovvero i ricavi generati dai canoni di affitto o subconcessione, dallo svolgimento diretto di attività commerciali o dalla gestione dei parcheggi auto.

Rispetto alla tabella Le prime 10 società digestione aeroportuale per ricavi totali, da questa, invece, risulta evidente come l'aeroporto di Roma si colloca in prima posizione, mentre nella tabella precedente occupava la seconda postazione; l'aeroporto di Bologna acquisisce la quinta posizione invece della settima; gli aeroporti di Napoli, di Torino e di Verona salgono di una posizione in classifica, rispettivamente la settima, l'ottava e la nona; l'aeroporto di Pisa mantiene la sesta posizione, mentre gli aeroporti di Puglia spariscono dalla classifica a fronte della comparsa dell'aeroporto di Bari Brindisi che va ad occupare la decima posizione.

Per quanto riguarda le maggiori crescite dei ricavi non aviation, rispetto alla tabella Incremento ricavi totali per i primi 10 aeroporti nazionali, si riscontrano per gli aeroporti di Trapani che dalla seconda posizione passa alla prima; l'aeroporto di Cagliari dalla settima postazione sale di 5 posizioni classificandosi al secondo livello; l'aeroporto di Bari cresce di un posto; l'aeroporto di Pisa dall'ottava posizione passa alla quarta; l'aeroporto di Napoli scende di un livello, il quarto posto; per le ultime cinque posizioni si assiste alla comparsa di ulteriori sedi aeroportuali occupate in successione dagli aeroporti di Milano, Catania, Roma, Parma e Bergamo che negli ultimi anni hanno notevolmente investito nel settore non aviation.

Infine, se si fa riferimento alla penetrazione delle attività commerciali per passeggero sulle vendite totali raggiunte dalle differenti infrastrutture aeroportuali, la classifica muta notevolmente e compaiono gli aeroporti di Firenze ed Olbia.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il processo di riqualificazione delle infrastrutture aeroportuali: i nuovi Shopping Centers

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Puleo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Marketing, consumi e comunicazione (Retail Management)
  Relatore: Stefania Gabrielli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

shopping center
centri commerciali
aeroporti
convenience store
transit store
travel retail
luoghi di transito
centri commerciali aeroportuali
travel retail aeroportuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi