Skip to content

La comunicazione formativa e didattica nella scuola dell'autonomia

Il laboratorio di matematica e le NT

La matematica è una disciplina dai tempi lunghi e ogni miglioramento richiede tempi distesi e può svilupparsi solo in un'ottica di lungo periodo. I cambiamenti più efficaci sono quindi quelli che agiscono sul metodo, su un utilizzo consapevole degli strumenti digitali e che possono tra l'altro modificare gli atteggiamenti dei ragazzi verso la disciplina.
Quali sono allora gli strumenti che un insegnante oggi ha a disposizione per fare matematica ai propri ragazzi? Una parola chiave viene sempre ripetuta: facciamo laboratorio di matematica.
La metodologia adottata per migliorare è quella di introdurre buone pratiche di laboratorio. Sostenuti dalla convinzione che solo facendo matematica si possono creare le condizioni favorevoli per apprendere e capire cos’è la matematica.
Quelle proposte dal progetto [email protected] sono pensate per essere adattate alle singole situazioni; possono servire, in primo luogo, per la formazione degli insegnanti alla pratica laboratoriale e/o per il lavoro degli studenti. Possono, soprattutto, servire come modello o stimolo per altre che verranno proposte e realizzate dagli insegnanti e dalle scuole coinvolti nel progetto [email protected]
Da sottolineare il fatto che il lavoro in laboratorio di matematica con gli strumenti multimediali e le potenzialità relative alla condivisione dei materiali possono portare a un utilizzo più consapevole e mirato delle risorse messe a disposizione dalle nuove tecnologie (software per la costruzione di mappe concettuali, uso di presentazioni con slides e, in generale, di strumenti multimediali, realizzazione di ipertesti.
Un laboratorio di oggi, naturalmente, non può ignorare l’esistenza dei computer e delle calcolatrici tascabili. Oggi i nostri ragazzi hanno la possibilità di esplorare le proprietà delle operazioni liberi dalle fatiche del calcolo con carta e penna (che, ricordiamolo sempre, è importantissimo e indispensabile ma non è un fatto assoluto). Mediante il computer, si può simulare, modellizzare, avere molto materiale su cui ragionare, molti dati con i quali cercare di costruire e verificare ipotesi. Ma naturalmente questo non può venire fatto ex cathedra, mostrando delle schermate (come fanno alcuni testi delle nostre scuole: scrivete così…mettete questi dati… il computer vi mostra questa schermata…): devono essere i ragazzi a fare, sperimentare, scoprire.
L’obiettivo, sicuramente ambizioso, è stato quello di utilizzare i moderni strumenti hardware e dei software innovativi come Cabrì Géomètre II, Cabrì 3D e Power Point per rendere più efficace e produttivo l’apprendimento-insegnamento della matematica e, in particolare, della geometria realizzato dinamicamente, con la convinzione di essere coinvolgente e attraente per i ragazzi. Infatti Il software Cabri Géomètre II, la geometria del piano, consente lo studio della geometria del piano in modo dinamico ed interattivo.
L’idea innovativa che sta alla base del software, è ciò che lo rende particolarmente interessante a fini didattici, è la possibilità di agire sulla figura costruita muovendo, con il trascinamento del mouse, i punti ‘liberi’ della costruzione: l’allievo può osservare ciò che resta inalterato e ciò che varia, e rispetto al disegno su carta si rende conto delle relazioni tra gli enti geometrici realizzati.
Cabri 3D è un software di geometria dinamica per l’insegnamento e l’apprendimento della geometria dello spazio. Con Cabri 3D è possibile realizzare e manipolare le figure fondamentali della geometria del piano e dello spazio. E’ inoltre possibile avvalersi di varie opzioni grafiche, aggiungere viste 3D, cambiare il punto di vista, stampare ed esportare le figure realizzate. Grazie alla sua flessibilità e può essere utilizzato in tutti i livelli scolastici. Per sviluppare le capacità comunicative degli alunni è stato utilizzato Power Point.
Anche se, il passaggio, il metodo, l’approccio ai contenuti attraverso l’utilizzo delle NT e dei software, in un’ottica di didattica laboratoriale, ha fatto registrare nei primi tempi di svolgimento del progetto delle resistenze a fronte di una semplice tradizionale trasmissione di contenuti; anche a causa di un’impreparazione, di “fare scuola” in modo diverso “nuovo”. Pertanto il problema da affrontare è come far convivere, in modo pacifico, due metodologie, il vecchio e il nuovo, attuando delle integrazioni e una politica dei piccoli passi. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

La comunicazione formativa e didattica nella scuola dell'autonomia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Diamante Immacolata Colacino
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master di I livello ''Trasformare gli ambienti di apprendimento. Ruolo, strategie e competenze del Tutor per la formazione in servizio degli insegnanti''
Anno: 2010
Docente/Relatore: Raffaella Carro
Istituito da: Università Telematica "Italian University Line" - IUL
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi