Skip to content

Modelli economici di crescita: sviluppi teorici e analisi empirica

Problemi dell'attuale letteratura legati all'analisi empirica

Lo stato d'arte della letteratura relativa alle ricerche empiriche fa principalmente riferimento a dati di tipo cross-section, mentre alcune analisi si basano sui dataset di tipo panel.
Su di essa però gravano ancora molti problemi irrisolti.
Una sintetica esposizione di quelle che sono le più frequenti problematiche delle ricerche empiriche sulle teorie della crescita è qua sotto riportata:

• Non linearità della stima φ · πj = fnonlineare (α, β , n) · f(j)lineare (α, β )

• Natura variabile del coefficiente di convergenza φ = f(n, a)

• La specificazione utilizzata generalmente in letteratura si adegua meglio ad un modello esogeno piuttosto che endogeno , anche per la presenza del coefficiente di convergenza nel modello.

Queste stesse problematiche descritte da Durlauf, Johnson and Temple (2004) non sono le uniche in materia di analisi empiriche, ma probabilmente sono quelle di maggior rilievo. A tal riguardo vale la pena però considerare anche le possibili soluzioni definitive o parziali che possono essere utilizzate o che già attualmente fanno parte della letteratura. Per quanto concerne la prima problematica della non linearità della stima, una soluzione sarebbe individuabile in stimatori non lineari. In questo stesso lavoro viene proposta appunto una possibile soluzione al problema di stima, rimanendo in un ambito OLS.
Per quanto riguarda invece la seconda, relativa alla presenza di variabili nel coefficiente stesso di convergenza, gli stessi Durlauf and Johnson (1995, Table II, note b) mostrano che stimare questo modello φ funzione di n come previsto dalla teoria, produce soltanto piccoli cambiamenti nella stima dei parametri.
Ciò è stato valutato per analisi cross section, ma si può ritenere valido anche per le serie storiche, quantomeno per il limitato valore che assumono come determinante del parametro.

Un'altro argomento che merita una trattazione è relativo agli aspetti puramente econometrici della procedura di stima. Benché siano già stati trattati nei capitoli precedenti sia il modello che la strategia econometrica, rimane comunque da esporre il punto relativo alla correlazione tra i regressori e la componente di errore.

É noto che tale condizione anche qua sotto riassunta sia necessaria per stime consistenti con stimatori OLS.

CORR(ln sk, ε) = 0

CORR(ln h, ε) = 0

CORR(ln n, ε) = 0

Questa proprietà è garantita per i modelli con crescita esogena. Il problema si pone quindi in presenza dei modelli con crescita endogena nei quali i regressori stessi sono infuenzati dal livello di reddito e dalla componente stocastica del modello. Tale problema trova comunque una soluzione nonostante l'endogeneità nel caso in cui si assuma una funzione di utilità isoelastica per il modello.
Infine quello che probabilmente è il problema meno trattato, riguarda la specificazione del modello. L'attuale letteratura empirica utilizza l'assunto dell'esistenza di uno stato stazionario nel modello, per giungere allo studio della dinamica attorno ad esso e conseguentemente produrre una specificazione econometrica. Però tale ipotesi iniziale di esistenza dello stato di equilibrio si trova in confitto con alcuni modelli di crescita endogena. Di conseguenza una specificazione forse più corretta richiederebbe una trattazione della dinamica del sistema, differente rispetto a quella utilizzata dalla letteratura, la quale si basa sullo studio della dinamica attorno allo stato stazionario.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Modelli economici di crescita: sviluppi teorici e analisi empirica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Chiodini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
  Facoltà: Scuola di Economia, Management e Statistica
  Corso: Economia (curriculum statistico)
  Relatore: Renzo Orsi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

econometria
lucas
analisi empirica
solow
empirical analysis
modelli di crescita
economic growth theory
coefficiente di convergenza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi