Skip to content

Una carriera di successo: Oprah Winfrey

L' Oprahfication

Confrontando il Phil Donahue Show e l’Oprah Winfrey Show, si è già avuto modo di affermare che una delle differenze principali tra i due programmi consiste nel modello innovativo di talk show proposto da Oprah. Attraverso la confessione di particolari intimi della sua vita - i problemi di peso, l'infanzia difficile, gli abusi sessuali - e l'esternazione dei suoi sentimenti mentre ascolta le storie dei suoi ospiti, la conduttrice ha dato vita a quello che è stato definito rapport-talk. Questo modo di comunicare, non è solo una novità mediatica ma corrisponde ad un'esigenza di Oprah ben precisa, ossia favorire la crescita psichica ed emotiva delle persone.
Per la conduttrice, difatti, la confessione pubblica è una sorta di terapia, che permette all'individuo di trasformare il proprio dolore in forza e di renderlo un esempio per il resto della società. Nel 1995, ad esempio, Oprah ammise, durante una puntata del suo show, di aver fatto uso di cocaina negli anni Settanta. Successivamente, in un’intervista a Ebony, commentando la scelta di rendere pubblico quell'episodio ha affermato: «What I learned from it, is the thing you fear the most truly has no power. Your fear of it is what has the power. But the thing itself cannot touch you. What I learned that day is that the truth really will set you free».
Questo processo è stato definito dal Wall Street Journal – con una formula che avrebbe avuto un grande successo – Oprahfication, che significa esattamente «public confession as a form of therapy».
Tale termine è stato addirittura inserito in gran parte dei dizionari di inglese, come ad esempio il Collins Dictionary che lo definisce «the perceived increase in people’s desire to discuss their emotions or personal problems, attributed to the influence of confessional television programmes».
Neil Synder, professore emerito dell'Università della Virginia, ha a sua volta affermato con un accento polemico: «I used to tell my strategy students that they should base their analyses on factual information. I would say, "I'm interested in finding out what you think, believe, and know. Please don't tell me how you feel." Unfortunately, in 21st century America how people feel dictates the way they live their lives. I call this phenomenon the Oprahfication of America».
Questo processo può essere visto in due modi diversi.
Positivamente l'Oprahfication si traduce in un dibattito diverso e più aperto, che tende ad includere voci rimaste per molti anni ai margini della società (donne, minoranze etniche, omosessuali).
Negativamente è sinonimo di semplificazione e sensazionalismo, nel senso che temi seri (ad esempio la violenza sessuale) rischiano di essere ridotti a mere confessioni di scandali personali e aneddoti sessuali, privilegiando l'intrattenimento del pubblico all’analisi di informazioni importanti. In realtà, occorre osservare che entrambi questi aspetti coesistono nei dibattiti moderni.
L'Oprahfication non si limita solo al campo del talk show. E' stato, infatti, osservato come tale fenomeno abbia travalicato l'ambito del talk show e sia diventato un modello di comunicazione politica. Bill Clinton, ad esempio, ne è stato l'antesignano ed è stato definito «the man who brought Oprah-style psychobabble and misty confessions to politics».
La pubblica confessione delle proprie emozioni e dei propri errori è diventata uno degli strumenti più accattivanti nei confronti dell'opinione pubblica, ed è stata abilmente utilizzata sia da esponenti democratici che repubblicani al fine di ottenere consenso personale.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Una carriera di successo: Oprah Winfrey

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pasquale Frontuto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Cristina Scatamacchia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

usa
televisione
influenza
talk show
spiritualità
obama
oprah winfrey
elezioni americane
impero mediatico
oprah winfrey show

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi