Skip to content

Modeling and preoperative planning for kidney surgery

Laparoscopic partial nephrectomy

We now explain the principle of laparoscopy and discuss the challenges it arises. The main potential users of our methods are surgeons that use the minimal invasive surgeries technique a.k.a. laparoscopy in renal surgeries. One such surgery may be partial nephrectomy surgery, which is a resection of a part of the kidney that has a tumor.

In laparoscopic surgery, few keyholes are made in the patient body. Through the trocars inserted in those keyholes, 5-10mm diameter instruments can be introduced by the surgeon into the abdomen. In most surgeries, the abdominal space is filled with CO2 to create a visible working.space. A small video camera is introduced through one of the trocars, with which the abdominal space is shown on a monitor in the surgery room. The surgeon does the operation looking at the monitor, while controlling through the other trocars the graspers, scissors and clip appliers. Only several operations can be made by minimal invasive methods, including partial nephrectomy.

The main advantage of minimal invasive surgery is the reduced damage to other tissues. This implies reduced pain due to smaller incisions and hemorrhaging, and shorter recovery time. The laparoscopic surgery is challenging to the surgeon, since it requires very good hand-eye coordination. The surgeon sees the operated organs on a monitor, in only partial field of view, and limited resolution. This can cause a problem of anatomic recognition. Also, the camera maneuvering is bounded to only several views, so some important details might be hidden behind other anatomical parts or smoke generated by using burning techniques. Important anatomical parts like blood vessels may be hidden inside organs.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Modeling and preoperative planning for kidney surgery

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: carla valpiana Vivanti
  Tipo: Tesi di Master
Master in Hebrew University of Jerusalem
Anno: 2011
Docente/Relatore: Leo Joskowicz
Istituito da: Hebrew University of Jerusalem
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 48

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

kidney surgery
kidney anatomy
laparoscopic partial nephrectomy
blood vessels

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi