Skip to content

La qualità come strategia di internazionalizzazione

La certificazione della qualità

La definizione di cosa si debba intendere per qualità per qualsiasi azienda rappresenta solo un punto di partenza, essendo necessario il suo riconoscimento da parte del mercato. In altre parole a questa definizione il mercato deve poter attribuire un carattere di oggettività e di validità che non derivi esclusivamente dalle dichiarazioni dell'azienda produttrice, ma sia riconosciuta universalmente. La certificazione è uno degli strumenti cui l'impresa può ricorrere per trasmettere al mercato credibilità in modo da differenziare la propria offerta. La certificazione di qualità può costituire: una necessità strategica quando il mercato riconosce un vantaggio alle imprese che hanno questo attestato; oppure un'opportunità strategica per tutti i settori privi di una chiara definizione di quelle che sono le prestazioni qualificanti.
In primo luogo, esso deve essere indipendente e garante di tutte le parti interessate, per cui nel Comitato di certificazione dell'ente devono essere rappresentate tutte le categorie della filiera alimentare. In secondo luogo, l'ente deve essere competente e, quindi, specializzato nel settore agroalimentare. Infine il suo operato deve essere accreditato ovvero controllato da qualcuno.
Esistono tre tipologie di certificazione:

1. Certificazione di prodotti e servizi si ha quando la certificazione avviene mediante controlli delle caratteristiche con test sul prodotto o servizi. In questo caso sulla confezione del prodotto o sullo stesso deve apparire il marchio dell'organismo di certificazione e il numero del certificato. Essa può essere effettuata da un organismo di certificazione che verificano la conformità del prodotto o del servizio attraverso prove di laboratorio oppure da un ente, rappresentativo di tutte le categorie interessate, che gestisce l'intero sistema di certificazione attraverso l'accreditamento degli organismi di certificazione;

2. Certificazione del personale effettuata da organismi che verificano la presenza delle caratteristiche del personale che si occupa di particolari attività come valutatori di sistemi di qualità;

3. Certificazione dei sistemi di qualità effettuata da organismi che verificano la conformità del sistema di gestione per la qualità, ambientale, per la salute e la sicurezza dei lavoratori e per la sicurezza alimentare dell'azienda alla norma di riferimento.

È possibile individuare diversi ambiti in cui opera la certificazione:

1. Ambito cogente si riferisce a norme aventi carattere obbligatorio stabilite per garantire la qualità e la sicurezza dei prodotti; esso si basa sulla legislazione nazionale e comunitaria posta a tutela dell'igiene degli alimenti. La conformità alle regole tecniche garantisce solo il rispetto dei requisiti essenziali e non necessariamente rappresenta un livello esaustivo di qualità;

2. Ambito regolamentato si riferisce alla regolamentazione comunitaria sulla tutela delle produzioni tipiche di determinate aree stabilendo in modo restrittivo le materie prime e il luogo geografico di produzione;

3. Ambito volontario si riferisce alla formazione volontaria per la certificazione dei prodotti e dei processi e per la conseguente definizione di standard qualitativi dei prodotti alimentari.

Gli ultimi due ambiti fanno riferimento alla certificazione volontaria. La conformità alle norme tecniche rappresenta un livello superiore di qualità fornendo più ampie garanzie in merito alla capacità di soddisfare le esigenze espresse dai consumatori. La certificazione di conformità a una determinata norma tecnica, oltre a rappresentare una garanzia interna all'azienda, può diventare un importante fattore strategico di competitività rappresentando per il consumatore
un simbolo di qualità. Infatti, in un mercato reso omogeneo dall'obbligatorietà di norme minime, le imprese devono cercare di differenziarsi puntando sulla qualità.
Le principali implicazioni dell'essere certificato sono:

1. La certificazione è verificata con continuità: l'attestato, infatti, ha una durata limitata ed è quindi oggetto di verifiche non solo programmate, ma anche saltuarie;

2. La certificazione fornisce una garanzia effettiva al mercato: la garanzia, infatti, è legata all'esistenza stessa dell'ente certificatore che non può permettersi di rilasciare attestati non veritieri;

3. Il prodotto è conforme alle prestazioni dichiarate e alle prescrizioni di legge.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La qualità come strategia di internazionalizzazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Carmen Alessia Esposito
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli studi di Napoli "Parthenope"
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Flavio Boccia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 266

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi