Skip to content

Funzionalizzazione di alchinoni mediante reazioni con nitrosoareni

Sintesi del carbazolo

Notevole interesse riveste la preparazione di una classe particolare di molecole a scheletro indolico, ulteriormente condensata con un secondo anello aromatico: i carbazoli.
Il sistema carbazolico è molto utilizzato nella chimica dei coloranti e delle riproduzioni xerografiche. Questi i principali metodi di sintesi:

i) da orto-nitrodifenilammina, in cui l'ultimo passaggio è una reazione elettrociclica termica sull'intermedio derivante dalla eliminazione di azoto dall'1-fenilbenzotriazolo.

ii) da ortonitrodifenile e trialchilfosfiti. La reazione procede via nitrosoderivato e quindi via nitrene, i quali si formano per reazione del nitroderivato con un trialchilfosfito, grazie alla considerevole ossofilia del fosforo che si ossida a trialchilfosafato. Questo tipo di reazione avviene anche in presenza di catalizzatori organometallici che operano in atmosfera riducente di CO.

iii) deidrogenazione di tetraidrocarbazoli. Si può accedere a questo sistema eterociclico anche attraverso la deidrogenazione aromatizzante di tetraidrocarbazoli, i quali si preparano dai corrispondenti cicloesanon-feniidrazoni tramite una indolizzazione secondo Fischer.

Più recentemente metodiche che vedono l'impiego di catalizzatori a base di metalli di transizione hanno permesso di ottenere prodotti a scheletro indolico variamente sostituiti. Di particolare interesse risultano essere le strategie sintetiche con catalizzatori a base di complessi di Pd su 2-vinilaniline, 2-alchinilaniline, 2-alogeno-N-alchenilaniline e 2-alogeno-N-allilaniline. Queste reazioni si avvalgono di processi di cross-coupling che danno luogo alla formazione di un nuovo legame carbonio-carbonio.

Successivamente una reazione di ciclizzazione intramolecolare porta alla formazione dell'anello indolico. La ciclizzazione intramolecolare viene impiegata come processo fondamentale per la sintesi di anelli indolici, ma riveste enorme importanza anche per la sintesi di altri sistemi eterociclici e a tal fine si impiegano precursori di differente natura per generare intermedi reattivi di natura nitrenica estremamente validi. A questo scopo ben si adattano quindi nitroderivati ed azidi aromatiche. In questo ambito risultano particolarmente efficaci reazioni con gruppi nitro e gruppi azido, precursori azotati impiegati a vario titolo per ammirazioni catalizzate da complessi a base di metalli di transizione.

La reazione di deossigenazione di nitro gruppi mediante composti di fosforo trivalente è stata introdotta da Cadogan nel 1962 ed ha mostrato una valenza notevole nella generazione di sistemi intermedi in grado di generare ciclizzazione. La reazione risulta essere favorita dalla buona ossofilia del fosforo. Applicando il processo ai nitrostireni si evince immediatamente come questa via sia risultata un pratico esempio per la sintesi di molecole a scheletro indolico variamente sostituite. Dal punto di vista meccanicistico Sundberg ha dimostrato come il nitroderivato di partenza si trasformi nell'analogo e corrispondente intermedio che presenta un gruppo nitroso libero o coordinato ad un metallo. Studi meccanicistici hanno portato ad ipotizzare la presenza di intermedi di tipo nitrenico elettronpoveri estremamente reattivi ed in grado di dare la reazione di chiusura dell'anello. Non può essere escluso comunque che il processo di ciclizzazione avvenga prima della reazione di completa deossigenazione. In quest'ultimo caso si genereranno N-idrossindoli. Il processo di deossigenazione degli N-idrossindoli può avvenire ancora in presenza di derivati trivalenti del fosforo e quindi al termine della reazione verranno isolati gli indoli come prodotti principali di questo processo.

I risultati evidenziati in presenza di P(OEt)3 sono ottenibili anche in diverse condizioni e cioè mediante l'impiego di complessi a base di metalli di transizione che possono dare luogo alla formazione di intermedi di carattere nitrenico o pseudonitrenico in condizioni più blande e attraverso l'impiego di atmosfere riducenti, come ad esempio avviene con l'utilizzo di ossido di carbonio.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Funzionalizzazione di alchinoni mediante reazioni con nitrosoareni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Iacopo Pernice
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi dell'Insubria
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze chimiche
  Relatore: Giovanni Palmisano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

reazioni chimiche
alchinoni
nitrosoareni
chimica
molecole
metalli di transizione
sintesi di gassman
sintesi del carbazolo
sostanze gelificanti
sostanze policicliche
sintesi di indolcarbazoli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi