Skip to content

Letteratura sullo schermo. Traduzione e sottotitolaggio del documentario ''Unos pocos buenos amigos'' di Luis Ospina

Il boom della narrativa ispanoamericana

In America Latina il romanzo come genere letterario si sviluppa tardivamente rispetto al mondo occidentale, in seguito al processo di decolonizzazione e ancor più dopo le due Guerre Mondiali e la guerra civile in Spagna, periodo in cui molti artisti e intellettuali si riversano nel continente americano per sfuggire alla dittatura. Sin dalla Conquista infatti la Corona spagnola aveva proibito l'importazione di opere d'immaginazione per evitare ogni qualsivoglia stimolo intellettuale nella comunità dei colonizzati ed un eventuale corruzione delle abitudini. La tecnica narrativa tende a svilupparsi all'interno di altri generi, come nel caso del romanzo storico, con una netta prevalenza della poesia sulla prosa; inoltre i primi tentativi di avvicinarsi al genere costituiscono più che altro imitazioni dello stile europeo e bisognerà aspettare gli inizi del XX secolo perché si sviluppi una produzione più originale e tipicamente americana.
Gli anni '60 costituiscono il periodo in cui il romanzo subisce una rivalutazione in seguito ad alcuni cambi storici e culturali che portano ad un cambio radicale nel modo in cui gli autori percepiscono se stessi e la letteratura. Si tratta di eventi di importanza storica come la Rivoluzione Cubana o l'Alleanza per il Progresso che fanno entrare l'America Latina nella storia contemporanea, ma anche di cambiamenti sociali e culturali quali l'affermarsi di una classe media relativamente potente, l'importanza dello sviluppo delle comunicazioni e il sempre crescente interesse per il continente da parte di Stati Uniti e Europa. Le nuove generazioni di questi anni instaurano un rapporto ancora più complicato con la storia nel tentativo di crearne una nuova seppur confusa e vacillante.
Letterariamente parlando, il Realismo viene sostituito da una scrittura più pessimistica fatta di personaggi popolari che non trovano risposte alle loro domande esistenziali, ma il momento di maggiore fermento è quello che viene definito propriamente boom, segnato prevalentemente dall'imporsi di alcuni scrittori che iniziano a farsi conoscere circa a metà degli anni '60 ricevendo premi e riconoscimenti grazie a romanzi sperimentali e innovativi. In alcuni casi l'inizio del boom viene fatto coincidere col periodo delle avanguardie, in quanto in entrambi i casi si ricercava un nuovo linguaggio e vigeva la convinzione di poter scrivere un nuovo tipo di letteratura. Come sostiene Pope, il boom rappresenta in realtà il culmine di esigenze sviluppatesi decenni prima, ma viene considerato un nuovo inizio a causa del rinnovato tempo storico e del talento dei suoi protagonisti. I nomi predominanti sono quelli dell'argentino Julio Cortázar, del peruviano Mario Vargas Llosa, del colombiano Gabriel García Márquez e del messicano Carlos Fuentes. Cortázar si fa conoscere inizialmente grazie a vari libri di racconti in cui trascende i limiti della realtà convenzionale, e raggiunge il suo apice come scrittore del boom con Rayuela (1966), romanzo sperimentale e umoristico sulla nazionalità argentina in cui si fondono le città di Parigi e Buenos Aires. Fuentes da uno scossone alla letteratura messicana del momento, che si trova bloccata tra i temi rurali e il realismo socialista tradizionale. Interessato alla storia passata, si differenzia per la sua visione disincantata della Rivoluzione e instaura una profonda relazione col Messico preispanico, l'Europa e gli stessi Stati Uniti d'America. Con La muerte de Artemio Cruz (1962) affronta il tema della Rivoluzione e delle sue conseguenze utilizzando una tecnica sperimentale e frammentata tipica dell'avanguardia internazionale. La struttura, per quanto complessa, non distoglie l'attenzione dal periodo storico trattato o dal personaggio principale, che si presenta come eroe, vittima e castigatore contemporaneamente, mostrando la tragedia di un essere umano che sopravvive ad una società implacabile che non perdona. Vargas Llosa vince il premio Biblioteca Breve della casa editrice Seix Barral di Barcellona con La ciudad y los perros, altra opera sperimentale e parzialmente autobiografica, ambientata in una scuola militare di Lima che combina il romanzo educativo col tema del militarismo in America Latina e in Perù in particolare. Racconta della glorificazione di virtù prettamente maschili e perverse allo stesso tempo, che spingono alcuni cadetti della scuola a nascondere un omicidio pur di salvaguardare l'onore dell'istituzione. Il nome più noto tra i quattro è però sicuramente quello di García Márquez, vincitore del Premio Nobel nel 1982, che con Cien años de soledad (1967) fa una sintesi della storia latinoamericana tramite le vicende della famiglia Buendía fondatrice di Macondo, paese immaginario in cui si verificano eventi che giustificano la definizione di realismo magico applicata alla sua narrativa. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Letteratura sullo schermo. Traduzione e sottotitolaggio del documentario ''Unos pocos buenos amigos'' di Luis Ospina

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Maviglia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze linguistiche, letterarie e della traduzione
  Relatore: Stefano Tedeschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 388

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione audiovisiva
lingua spagnola
doppiaggio
sottotitolaggio
andrés caicedo
narrativa ispanoamericana
luís ospina
unos pocos buenos amigos

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi