Skip to content

Riconoscimento volti in sequenze video

Viola-Jones face detector

Il principio di base dell'algoritmo Viola-Jones è scannerizzare una finestra in grado di rilevare facce data un'immagine in ingresso.
L'approccio di elaborazione delle immagini standard sarebbe riscalare all'ingresso immagini di diverse dimensioni e quindi eseguire il rilevatore a dimensione fissa.
Questo approccio risulta essere piuttosto costoso a causa del calcolo delle diverse dimensioni delle immagini.
Contrariamente al metodo standard Viola-Jones, scalare il rivelatore anziché l'immagine in ingresso ed eseguire il rilevatore molte volte sull'immagine, ogni volta con una diversa dimensione. In un primo momento si potrebbe sospettare che entrambi gli approcci siano altrettanto costosi, ma Viola-Jones ha ideato una scala rivelatore invariante che richiede lo stesso numero di calcoli qualunque sia la dimensione. Questo rilevatore è costruito utilizzando una cosiddetta immagine integrale e alcune semplici funzioni rettangolari che ricordano le Haar wavelets.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Riconoscimento volti in sequenze video

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ihsan Younes
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Francesco De Natale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 33

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

face detection
riconoscimento facciale
face recognition
identificazione volti
face detector
face tracking

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi