Skip to content

Étant donnés - Lo sguardo oltre la soglia

La Grande Madre

Osservando le foto che Duchamp ha scattato all'assemblaggio, contenute nel Manuale d'Istruzioni, ci si rende conto che l'Étant donnés è organizzata come un vaso contenitore.
Oltre la porta, un muro di mattoni sbrecciato inquadra il corpo nudo di una Venere accolta in un hortus conclusus.
Erich Neumann nel testo La Grande Madre, descrive la raffigurazione di un piatto dipinto di Scuola francese del XV sec., dal titolo Il Trionfo di Venere: "[…]Venere appare nuda in una mandorla, che simboleggia il genitale femminile, a una moltitudine di uomini di diverse età, noti come grandi amanti".
La ferita nel muro a forma di mandorla, fa pensare proprio al genitale femminile e la Venere nuda, si mostra a chiunque osi sbirciare attraverso i fori.
Secondo Erich Neumann, Venere nell'antichità era la rappresentazione della Grande Madre, ed in seguito allo sviluppo del patriarcato, diventa dea dell'amore e della fecondità.
Eternamente vergine, la sua è una verginità spirituale, perché dopo ogni relazione, la dea incontra un nuovo amore con la purezza d'animo di chi ama per la prima volta.
Negli appunti del Manuale d'Istruzioni, si legge:
"Importante: Prima di sistemare il nudo attaccare su 3 lati del nudo tre strisce sottili di alluminio sulle quali sono saldati (a freddo) qualche ramoscello isolato, che servirà a dare l'impressione che il nudo affondi nei cespugli […]".
Questa penetrazione del corpo femminile nei rami e nelle foglie, la posizione che l'artista le fa assumere, con le gambe aperte e con il pube illuminato sembrano indicare un appartenenza della donna alla Terra, e suggeriscono l'identificazione della donna con la natura.
Le foglie, i rami e le frasche sono parti dell'albero e spesso la Grande Madre, madre di tutta la vegetazione, viene raffigurata proprio dall'albero, inteso come pianta che da frutti e nutre.
La sconosciuta figura femminile, si offre nella posizione della Terra Madre e non ci è permesso di guardarle il viso ed il corpo perché in parte celati dal muro.

La rappresentazione della donna come divinità femminile, lascia tracce già dalle antichissime statuette del paleolitico, conosciute come Veneri steatopigiche, così chiamate per l'accumulo di adipe sui fianchi, nell'addome e sui seni. La similitudine tra il corpo femminile e la terra si basa sull'analogia relativa alla forma. Boschi, colline, avvallamenti della superficie terrestre analoghi alle morbide forme femminili. Gli attributi fisici della donna si riflettono quindi nel paesaggio.
Nella storia dell'arte ci sono diversi esempi di questo tipo di rappresentazione. Nella seconda metà dell'ottocento, l'artista Gustave Courbet (1819-1877) dipinse L'origine del mondo, un primo piano dell'organo genitale femminile. La posizione della donna nel quadro di Courbet, sembra molto simile alla posizione della donna nell'Étant donnés.
Alla fine degli anni trenta, l'artista surrealista André Masson (1896-1987), esegue un disegno a penna dall'esplicito titolo Terra erotica, una rappresentazione di una natura sessualizzata, che con molta probabilità riprende il concetto di Grande Madre. Quindi non è una forzatura considerare la donna dell'Étant donnés come la rappresentazione della Natura quindi della Grande Madre.
Anche la porta, secondo Erich Neumann, costituisce uno dei primordiali simboli femminili, in quanto ingresso all'utero materno, e il sesso femminile glabro e messo in evidenza, diviene la misteriosa grotta della Terra Madre. L'umido anfratto femminile che accoglie il seme dentro di se, genera la vita e la porta alla luce come fa la terra con l'aiuto dell'acqua che disseta, del fuoco del sole che scalda e dell'aria che ossigena.
L'antica caverna all'interno del quale ebbe origine il mondo.
Come archetipo del femminile, simbolo primordiale che ha assunto diverse identità durante tutta la vita dell'uomo, è presente sia nell'inconscio maschile che femminile.
L'archetipo è un simbolo, un modello originario presente nell'inconscio collettivo, cioè universalmente umano e può apparire sia nella teologia egizia, sia nei misteri ellenistici di Mitra, sia nel simbolismo cristiano. Come tale, è la rappresentazione di Eva la prima donna nel giardino dell'Eden, di Maria Vergine nell'Hortus Conclusus, di Venere, di Diana la divinità italica, che vive nei boschi e della Sposa del Grande Vetro. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Étant donnés - Lo sguardo oltre la soglia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Donatella Russo
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in TESI DI DIPLOMA BIENNIO SPECIALISTICO ARTI VISIVE E DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
Anno: 2010
Docente/Relatore: Marilena Sutera
Istituito da: Accademia di Belle Arti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 73

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alchimia
ready-made
essendo dati
nascosta
nudo
porta
marcel duchamp
étant donnés
assemblaggio artistico
russo donatella

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi