Skip to content

Le trasformazioni delle società: due casi pratici a confronto

Trasformazione regressiva

Questa tipologia di trasformazione comporta una modifica dell'atto costitutivo pertanto è richiesta la volontà espressa dei soci con il quorum e le formalità dell'assemblea straordinaria.

I soci che assumono responsabilità illimitata rispondono illimitatamente anche per le obbligazioni sorte anteriormente alla trasformazione. Per quanto riguarda le S.p.a. o le S.a.p.a l'assemblea deve essere convocata con avviso pubblicato sulla G.U. almeno 15 giorni prima di quello fissato per l'adunanza, 30 giorni prima per le s.p.a. quotate e per quanto riguarda le s.r.l. invece solo 8 giorni prima.

La trasformazione di S.p.a. o S.a.p.a è decisa dai soci che rappresentano più della metà del capitale sociale (più di 1/3 in caso di seconda convocazione); la trasformazione di S.r.l. è decisa da metà del capitale sociale, a meno che sia disposto diversamente dallo statuto.

I vantaggi che possiamo trovare in questo tipo di trasformazione sono: non è richiesto un capitale minimo garantito, non è richiesto il deposito del bilancio civilistico, non è previsto un organo di controllo, costi amministrativi sicuramente inferiori e si adatta a strutture di più modeste dimensioni.

Al contrario gli svantaggi a cui possiamo andare incontro a questo tipo di trasformazione sono: Difficoltà ad allargare la compagine sociale, i soci sono illimitatamente responsabili ad esclusione dei soci accomandanti di S.a.s., il fallimento della società produce automaticamente il fallimento di tutti i soci esclusi gli accomandanti di S.a.s..

In alcuni casi la trasformazione regressiva risulta obbligatoria, ai sensi dell'art. 2482-ter c.c1. se le perdite di bilancio sono tali da indurre il capitale sociale al di sotto del minimo legale previsto per le s.p.a., gli amministratori devono convocare l'assemblea entro 4 mesi per deliberare l'aumento del capitale sociale o la trasformazione della società. Ciascun socio ha diritto di vedersi assegnata una partecipazione proporzionale al valore della sua quota o azione ai sensi dell'art. 2500-sexies c.c..

Dal punto di vista fiscale e della dichiarazione dei redditi vale quanto detto per la trasformazione evolutiva da società di persone a società di capitale.

Ricapitolando il procedimento per questo tipo di trasformazione è il seguente:

FASE 1 —> Relazione degli amministratori (da depositare 30 giorni prima della convocazione dell'assemblea)

FASE 2 —> Convocazione dell'assemblea dei soci da parte dell'organo amministrativo

FASE 3 —> Decisione dei soci che deve essere presa a maggioranza prevista da modifiche dello statuto

FASE 4 —> Iscrizione nel Registro delle Imprese, infatti, la trasformazione ha effetto da quella data e non può più essere dichiarata invalida.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le trasformazioni delle società: due casi pratici a confronto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Testa
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi della Tuscia
  Facoltà: Economia
  Corso: Consulenza e Controllo Aziendale
  Relatore: Michela Piccarozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

società di persone
società
trasformazione
società di capitale
trasformazioni eterogenee

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi