Skip to content

''Il sentiero dei sogni luminosi'' di Jasvinder Sanghera e il tema dei matrimoni combinati nel mondo indiano contemporaneo

"Il sentiero dei sogni luminosi" di Jasvinder Sanghera

"Il sentiero dei sogni luminosi" si apre, nel prologo, con un'immagine fulminante: la protagonista, Jas (Jasvinder), è in una cabina telefonica e, agitatissima, sta decidendo in cuor suo come (e se) comunicare alla madre una notizia destinata a sconvolgere l'intera famiglia - contravvenendo al codice d'onore, si è allontanata da casa con un ragazzo, Jassey, sfuggendo così al dovere di sposare l'uomo che i genitori le avrebbero destinato e per di più scegliendo come partner un membro della casta degli intoccabili. In preda alla speranza, da un lato, che la madre le dica di tornare a casa e convinta, dall'altro, di non aver fatto nulla di male, Jas infine compone il numero di casa e dalla mamma ascolta un verdetto inappellabile "Ci hai disonorati... per noi è come se fossi morta". Non siamo nel medioevo, non siamo neppure in India (la location dell'autobiografia della Sanghera è l'odierna Inghilterra, per la precisione la piccola città di Derby), eppure ci troviamo di fronte a problemi antichi e radicatissimi, che faranno da sfondo all'intera opera: il tema dei matrimoni combinati e quello dell'onore della famiglia, che innanzitutto mira a preservare - attraverso nozze "convenienti" - la gerarchia castale. E con la domanda che in definitiva tormenterà sempre la protagonista il prologo si chiude: "Era davvero un crimine così grave voler vivere la propria vita?"

Il primo capitolo inizia a presentare un flashback della vita di Jas prima della fuga e ci fornisce un'acuta descrizione degli aspetti che caratterizzano la famiglia di Jasvinder Sanghera. Il nucleo familiare è composto dai genitori e da sette figli, di cui un solo maschio. Il ruolo più autorevole della famiglia è giocato alla madre, lavoratrice in un'industria tessile, mentre il padre, che lavora in una fonderia, è un uomo molto tranquillo, che segue sempre passivamente ciò che la moglie decide. Interessante è notare come l'autrice descrive il matrimonio dei suoi genitori, assai più simile a un contratto che a un'unione nata nell'amore: "fra loro non c'era traccia di romanticismo, nemmeno quando diventai abbastanza grande per notarlo; non li avevo mai visti baciarsi, nemmeno sulla guancia. Non sembravano molto uniti; il loro sembrava quasi più un accordo di natura pratica". È proprio da questo tipo di matrimonio che la protagonista, in nome della sua libertà personale, tenterà di sfuggire.

La famiglia vive in Northenberg Street, all'interno di una comunità asiatica che sembra del tutto impermeabile alla modernità, e il punto di incontro è il gurdwara ossia il tempio sikh, di cui la madre è assidua frequentatrice poiché è donna di grande fede (anche se la protagonista definisce il tempio un "centro di smistamento pettegolezzi locale"). La madre è anche, e forse soprattutto, una donna molto legata alle tradizioni e al "buon nome": infatti la scrittrice sostiene che "La sua maggiore preoccupazione era che conservassimo il buon nome della famiglia, che diventassimo delle brave nuore e capaci di cucinare". Il carattere della madre, così delineato, trova riscontro anche nell'aridità del suo rapporto con le figlie, e in particolare con Jas: "Non ricordo che fossimo mai state molto vicine... Per me, lei era quella che ti rimetteva al tuo posto e che ti rimproverava".
L'unico figlio maschio era Balbir ed era su lui ricadevano tutte le attenzioni della madre: così, bruscamente, ci troviamo dinnanzi a un altro problema-chiave della famiglia di Jas (e di tutte le altre famiglie tradizionaliste), ossia la condizione di "diversità" della femmina rispetto al maschio. Infatti Jas sostiene: "Avevo circa sette anni quando cominciai a chiedere perché Balbir fosse così diverso".

In definitiva, al di là del rapporto di affettuoso cameratismo con le sorelle, l'unica figura genitoriale amabile era per la protagonista quella del padre, della quale lei serberà sempre un tenerissimo ricordo.
In particolare, è attraverso il padre, emigrato dal Punjab, che Jas comprende le difficoltà di una persona che ha dovuto sradicarsi dalla propria patria, amatissima, e adattarsi a vivere in una realtà completamente diversa; ma il miraggio di una vita migliore da punto di vista economico non si era trasformata, per lui, in un'esistenza più dignitosa: infatti lui e gli altri emigranti "erano arrivati aspettandosi di essere i benvenuti e invece erano stati accolti con tanta ostilità". [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

''Il sentiero dei sogni luminosi'' di Jasvinder Sanghera e il tema dei matrimoni combinati nel mondo indiano contemporaneo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppina Manfreda
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi della Basilicata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Daniela Rossella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 167

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

matrimonio
india
delitto d'onore
matrimoni combinati
jasvinder sanghera
matrimoni forzati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi