Skip to content

Gli anglicismi nel lessico italiano della gastronomia

Pidgins, creoli, lingue miste e leghe linguistiche

Accanto agli effetti rappresentati dai cambi di lingua, si identificano altri fenomeni col nome di pidgins e/o creoli, forme linguistiche che nascono per esigenze pratiche. Si tratta di idiomi particolarmente semplici e limitati nel lessico, che nascono e si evolvono autonomamente, per assicurare una minima forma di comunicazione. La struttura grammaticale è quella della lingua 'sottomessa', mentre il materiale lessicale proviene da quella 'dominante', che viene quindi definita lingua lessicalizzatrice (lexifier language).

I pidgins, in genere sono nati nelle aree colonizzate dell'Africa, dell'Asia e nei Caraibi, ed hanno un'impostazione a base inglese, portoghese, spagnola o francese; ma appartengono a questo tipo anche le lingue franche come il sabir, con una base fornita dalla lingua italiana, che ha assicurato, durante il medioevo sulle coste del Mediterraneo, una comunicazione funzionale, benché limitata, tra parlanti di vari idiomi; inoltre il russenorsk, un misto di russo e norvegese, parlato nel mare Artico dai pescatori russi e dai commercianti norvegesi nel periodo compreso tra la fine del XVII secolo e la prima metà di XX.

Talvolta, col trascorrere del tempo, i pidgins abbandonano la loro funzione secondaria e si "trasformano" in lingue primarie. È il caso delle lingue creole, che rappresentano un'evoluzione dei pidgins in quanto, superando i limiti imposti loro originariamente, divengono lingue materne per i figli di parlanti pidgins. A seguito di tale passaggio, subiscono una rielaborazione ed un arricchimento grammaticale e lessicale, che li può portare perfino a ricoprire il ruolo di lingue ufficiali.

Alcuni esempi: il caso dell’Haitien, a base francese e parlato ad Haiti, dove, seppur in via di risoluzione, si ritrova ancora una situazione molto più simile alla diglossia per la sua coesistenza con il francese (lingua alta); oppure in Giamaica o in Sierra Leone, dove si ritrovano idiomi indigeni con base inglese.

Con l'espressione lingue miste ci si riferisce invece al processo di fusione riscontrabile a livello lessicale – morfologico di due lingue preesistenti ed attraverso il quale si costituisce una terza lingua: per esempio, nel centro Ecuador, la coesistenza e successiva integrazione l'uno nell'altro del gergo ecuadoregno con lo spagnolo, che ha originato la media lengua (lingua mediana).

Come avviene per l'adstrato, con l'espressione italiana lega linguistica (in tedesco Sprachbund) si identifica il processo per il quale più lingue parlate in un unico contesto geografico, vengono in contatto ripetutamente e sistematicamente, scambiandosi reciprocamente elementi e caratteristiche. Un esempio è ben rappresentato dalla "lega linguistica balcanica" ovvero l'insieme delle lingue presenti sulla penisola balcanica, che condividono i cosiddetti balcanismi, innovazioni a livello morfologico, sintattico e fonetico di cui non sempre è identificabile l'origine precisa in quanto scaturiti da contesti storici, culturali e socio-economici talvolta molto diversi (es. la mancata applicazione dell'infinito, lo spostamento in posizione posteriore dell'articolo definito, etc.). La peculiarità dell'area balcanica è determinata dalla coesistenza di lingue imparentate e non: vedasi il neogreco e l'albanese, di tradizioni indoeuropee, oppure lingue neolatine come il rumeno, o ancora lingue slave come il bulgaro, il serbocroato e il macedone.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Gli anglicismi nel lessico italiano della gastronomia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eva Savina Giori
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Giovanni  Bonfadini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 153

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anglicismi
prestiti
interlinguistica
bevande
interferenza
calchi
gastronomia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi