Skip to content

Stampa e opinione pubblica sul tema dell'omosessualità in Spagna da Franco alla Ley 13/2005. Dal carcere al matrimonio

Il matrimonio egualitario sulla stampa spagnola

Un lavoro di ricerca che prende le mosse da una novità come quella introdotta nel Código Civil spagnolo dalla Ley 13/2005 – una vera detonazione di nuove prospettive sociali capace di irradiare l'intera scena pubblica con il sorgere di molteplici livelli di discussione – non può non prevedere, al suo interno, un'analisi di come tali e tante novità siano state presentate dalla stampa nazionale. Questa tesi è infatti orientata all'analisi degli aspetti socio-politici che il sorgere della nuova idea di famiglia ha destato nella società spagnola.

Per realizzare tale obiettivo si è deciso di prestare la maggiore attenzione da un lato a coloro i quali sono stati veri protagonisti della discussione pubblica, come si è provato a fare nel capitolo precedente, e, per un altro verso, a come il nuovo paradigma familiare, con tutte le sue molteplici conseguenze, è stato presentato dalla stampa nazionale spagnola.

Se fin qui abbiamo cercato di porre l'accento su quello che è stato il clima d'opinione che ha accompagnato il processo di approvazione della legge attraverso le parole degli opinion leader, che tale clima hanno contribuito a creare, in questo nuovo capitolo proveremo a svelare come i matrimoni omosessuali sono stati trattati dalla stampa nazionale in prima persona. Come essa ha creato il racconto da presentare al suo “pubblico”. Come cioè la stampa abbia svolto quel suo fondamentale ruolo di agente sociale.

Un ruolo, una funzione per meglio dire, che le cuce addosso i panni di un vero e proprio opinion leader a sé stante e, in quanto tale, la delinea come uno dei soggetti maggiormente in grado di stimolare la riflessione pubblica sui temi di maggior rilievo. D'altro canto, visto il ruolo che proprio la stampa ancora oggi si dimostra in grado di giocare nel processo di comprensione e approfondimento delle nuove tendenze che emergono in una società in costante evoluzione, non sarebbe stato possibile non porla sotto una lente di ingrandimento a lei precisamente dedicata.
Portarla quindi al centro della scena come una delle protagoniste principali di quel processo di opinion building che può essere semplicemente identificato come il processo di costruzione sociale che ci permette di poter osservare davvero «l'opinione pubblica in azione», secondo una definizione data de Engel e Lang.

Personalmente credo anche che l'analisi della stampa spagnola, in un discorso di più ampio respiro e che va oltre questa tesi, possa essere utile, a sollecitare l'attenzione su queste tematiche anche nel nostro paese. Documentandomi ai fini di questo lavoro ho infatti preso coscienza del fatto che, oltre alla attuale quasi inesistenza di un tavolo di confronto pubblico sulla questione, è piuttosto relativa anche l'attenzione del mondo accademico italiano sul tema dell'omosessualità in genere, ma ancora di più sul necessario aggiustamento – necessario perché evidentemente a garanzia di nuovi diritti che oggi sono presenti e che un legislatore deve tenere in considerazione – che anche il nostro sistema giuridico avrebbe bisogno. Questa mia impressione è stata confermata da una recensione al libro “Omosessuali moderni” di Marzio Barbagli e Asher Colombo che è apparsa in “Rassegna Italiana di Sociologia” e nel quale viene scritto, riferendosi a tale libro, che esso «spicca soprattutto perché si tratta di in caso isolato, uno dei pochissimi contributi che la sociologia italiana ha finora prodotto su una tematica che nel mondo accademico di molti paesi stranieri costituisce da anni un filone consolidato». Proseguendo in quest'analisi nell'articolo si chiarisce come siano vari i fattori a cui si potrebbe imputare questo ritardo, ma la parte realmente interessante, e probabilmente anche il motivo per cui ho deciso di riportare qui alcuni stralci di questa recensione, è quella in cui vi si può leggere come, quali che siano le cause, è in tutti i casi «da qui che nasce anche lo scarso interesse politico che il fenomeno ha suscitato almeno fino a tempi recentissimi», così come l'evidenza che «anche nel mondo accademico i problemi e le tematiche relative alla sessualità e ai saperi sessuati sono stati mantenuti il più possibile in sordina».

Certo, la sensibilizzazione del legislatore italiano e dell'opinione pubblica nostrana non è obiettivo di questa tesi. Si tratta solo di una riflessione personale. Ciò che più conta piuttosto è come (anche) queste parole, dimostrino come quella delle famiglie omosessuali sia una realtà poco studiata. E questo non soltanto nel nostro paese. Ed è proprio da questa consapevolezza che nasce la necessità di vedere come quantomeno la stampa di un paese come la Spagna che, dibattito sociologico o meno, è approdato ad una produzione legislativa conforme alla nuova realtà sociale, abbia maneggiato il tema. Come cioè la stampa se la sia cavata in questa sua ulteriore veste di leader d'opinione. Per svolgere questa ricerca prettamente empirica ho scelto due quotidiani spagnoli in grado di presentare due punti di vista differenti sul tema del matrimonio omosessuale e della possibilità, per queste nuove figure familiari, di adottare.

Mi riferisco infatti a due periodici caratterizzati da una diversa impostazione politica, o per meglio dire, da una diversa linea editoriale, essendo infatti uno di ideologia più conservatrice come ABC, e l'altro più vicino agli ambienti liberali della società spagnola come può considerarsi El País. Ma la ragione più pratica di questa scelta è data dal fatto che sono questi i due quotidiani con un'emeroteca maggiormente consultabile online e, in generale, quelli che permettono l'accesso ad un più elevato numero di articoli. L'analisi partirà da un periodo antecedente all'approvazione della legge, in modo da rendere un quadro generale dell'evoluzione dell'opinione pubblica mediata dalla stampa, e si concluderà in anni recenti con l'obiettivo di superare il momento temporale dell'approvazione della legge e permetterci di conoscere l'attuale percezione sociale delle famiglie omosessuali.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Stampa e opinione pubblica sul tema dell'omosessualità in Spagna da Franco alla Ley 13/2005. Dal carcere al matrimonio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Tripepi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Interfacoltà (Lettere e Filosofia, Scienze Politiche)
  Corso: Informazione ed Editoria
  Relatore: Andrea Fabrizio Pirni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

opinione pubblica
omosessualità
franchismo
opinion leader
ley 13/2005
matrimonio gay
stampa e matrimoni gay
opinione pubblica e matrimoni gay
matrimonio egualitario
chiesa e omosessualità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi