Skip to content

Politiche agricole e sicurezza alimentare in Etiopia. I casi dei distretti di Shashamane e Alaba

Ruolo della donna, mobilità e sicurezza alimentare

Lunghe distanze e metodi di viaggio ancestrali comportano lunghi tempi di percorrenza che producono conseguenze negative sulla vita delle famiglie rurali: quanto più l'area di residenza è marginale, tanto più tempo ed energie saranno necessarie per raggiungere un mercato e raccogliere cibo, acqua e legna da ardere. Nelle famiglie rurali d'Etiopia tali attività sono tradizionalmente compito delle donne; queste si vanno ad aggiungere ad altre numerose mansioni che riguardano principalmente la gestione alimentare, formativa e sanitaria della famiglia. Vista tale abbondanza, il ruolo svolto dalle donne in questi contesti rurali è solitamente distinto in due categorie: produttivo e riproduttivo. Il ruolo produttivo consiste nello svolgimento delle tradizionali mansioni domestiche e nell'offrire supporto all'attività agro-pastorale di famiglia, di cui l'uomo è normalmente capo e responsabile; il ruolo riproduttivo riguarda invece tutto ciò che concerne ovviamente la riproduzione biologica del bambino, la sua formazione educativa, la sua alimentazione e la sua salute. Lo svolgimento di tutte queste attività richiede una efficiente organizzazione delle giornate lavorative volto ad offrire alla famiglia un'alimentazione corretta e condizioni igieniche accettabili, oltre che un prezioso contributo in tutte le altre attività. L'acquisto e la ricerca di cibo, acqua e legna dalle fonti più prossime a disposizione (qui genericamente indicate con il termine "mercato") rientra nella prima categoria di mansioni. Logicamente, se per i motivi di cui sopra le tempistiche di realizzazione di queste ultime si allungano, i costi di trasporto aumentano e il dispendio energetico incrementa, la donna riuscirà a destinare minori risorse (economiche, energetiche e di tempo) all'implementazione delle altre risorse. Minori risorse verranno dunque impiegate nelle attività agricole, nella cura dei malati e nella formazione dei bambini, ma anche e soprattutto, nei termini di questa tesi, nella cura con la quale vengono preparati i pasti. Come riportato da Fassil Abate in sede di intervista si tratta di un problema che ha un'influenza rilevante in chiave di sicurezza alimentare. Alcune ricerche riportate da Tefera Belachew hanno infatti dimostrato che in buona parte delle aree più marginali del Paese sono osservabili rapporti direttamente proporzionali tra la vicinanza alle fonti dei suddetti beni primari e i livelli di malnutrizione infantile registrati. La spiegazione fornita da Tefera Belachew sulla quale si fonda questo capitolo è la seguente: sprecando tempo e risorse nella ricerca e nell'acquisto di questi oggetti le donne – quali attori chiave nel contesto di sviluppo umano della famiglia – hanno meno possibilità di contribuire alle attività produttive della famiglia o di svolgerne eventualmente altre non direttamente connesse al settore agricolo, hanno meno opportunità di apprendimento di pratiche di cura e prevenzione dalle malattie eventualmente offerte da attori terzi, hanno limitate possibilità di offrire ai bambini un'alimentazione adeguata, di migliorare le condizioni igieniche della casa e di intraprendere particolari attività di igienizzazione di cibo e acqua (ad esempio bollendo l'acqua).

Concludendo, dalla revisione della letteratura e dalle interviste fatte è risultato che in Etiopia i beni di prima necessità sono difficilmente raggiungibili a causa di ostacoli di natura principalmente infrastrutturale. È stato provato che se tali ostacoli venissero risolti, o quantomeno portati ai livelli medi degli altri Paesi sub-sahariani, la popolazione etiope gioverebbe di un significativo miglioramento nutrizionale e salutare. Per questo motivo maggiori sforzi sono necessari da parte dei governi federale e regionali e alla comunità dei donatori internazionali al fine di migliorare tali condizioni ancora molto precarie. Visti i lunghi tempi di implementazione di interventi infrastrutturali simili, visto il ruolo primario svolto dalle donne sono ritenuti fondamentali, complementari attività di formazione rivolte a queste ultime volte ad aumentarne le conoscenze in ambito nutrizionale e sanitario e ad incrementarne le capacità di gestione delle scarse risorse a disposizione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Politiche agricole e sicurezza alimentare in Etiopia. I casi dei distretti di Shashamane e Alaba

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marcello Poli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Cooperazione Internazionale, Sviluppo e Diritti Umani
  Relatore: Mario Zamponi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 240

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

paesi in via di sviluppo
sicurezza alimentare
politiche agricole
etiopia
food security
shashamane
africa sub-sahariana
sviluppo agricolo
alaba

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi