Skip to content

The International Land Market: Development Opportunity or Neo-Colonialism?

Economic benefits for the hosting countries

The debate concerning the possible taxation of inputs related to natural resources, in order to avoid speculation on land, it’s now at under the analysis of different observers. Cash compensations paid by international investors could result in benefits to the hosting countries, then able to finance public works. However, from the reports on large land acquisitions, it seems that governments are not interested in benefit from these revenues.

In fact, many countries are well disposed to grant the use of these resources requiring minimum compensation or even nothing, in order to attract more foreign capital. In addition, although there are no reliable data on the long-term macro-economic effects, given also the multi-year duration of the contracts, seems that the main interest of developing countries is orientated towards the stimulation of the local economy. Leaving out the possibility of an immediate return in taxes, developing countries governments seem to prefer contractual clauses that commit investors to create infrastructure, irrigation canals, storage sites, roads and ports, in addition to creating jobs for rural communities.

Anyway, despite these obligations, transfers of land below market price may encourage speculative acquisitions, especially considering the long duration of the contracts. Another question concerns the way in which the fees may be periodically changed. In Ethiopia, some contracts consider a periodic adjustment of the rent in relation to the inflation growth, as well as in Uganda where the required payment may be renegotiated every ten years. Said that, remains to understand what is actually the legal value of commitments made by investors in exchange for the low rents to use the land. The host countries government interest for the construction of infrastructure, irrigation systems, roads and social services could in fact reserve unexpected consequences. National laws as well as contracts provide mechanisms to protect both parties in case the duties are infringed. Yet, the capacity and the intention of governments to apply these rules are arguable.

For instance, projects started in the 70s in Sudan remained all the time just on paper; only today Khartoum government has forced Arab investors to start them in order to avoid the cancellation of agreements. Part of initiatives encouraging fresh international capital consists in tax relief on import duties for machinery, and for a certain period of time, even on profits arising from farming. Potentially, the taxation of dividends and assets associated with the investment could generate bigger revenues than the same leases. Nevertheless, several agreements provide for tax exemptions, part of a broader framework of initiatives to support investment.

A clear example is Sudan, which focusing on agriculture as a strategic sector of its economy deduct every payment of customs duties or taxes on land investments, as well as on the profits obtained. In addition to the rental fees, many states point to protect the investments through the deployment of armed forces or providing attractive discounts related to the use and extraction of water. Summarizing, we can say that the potential economic benefits for the host countries are not maximally exploited. These countries tend more to attract long-term investments rather than obtaining an immediate profit. The risk for host countries is that given their easy concessions to investors and their weak legal framework, they will not be able to see real and balanced economic benefits.

Questo brano è tratto dalla tesi:

The International Land Market: Development Opportunity or Neo-Colonialism?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianluca Cecchi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Roberto Esposti
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 138

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi