Skip to content

Il calcio fuori dai novanta minuti. L'importanza della gestione marketing per sopravvivere alla crisi del pallone

Il calciatore come brand

"Nessuno ha guadagnato più di Re Mida Beckham nel mondo del calcio, stagione 2012, ma chi insegue non si è accontentato delle briciole"

Se pensiamo al calcio di qualche anno fa non si sarebbero nemmeno immaginate le cifre che invece oggi circondano i calciatori e le squadre di calcio.
Come si è constatato finora nel corso dell'elaborato, le evoluzioni del calcio hanno riguardato molteplici fattori; dalle tv ad internet, dalla nascita del primo sponsor alla necessità di istituire delle leggi che regolassero i centimetri di maglia destinati agli sponsor, e l'immagine dell'attore principale -il calciatore- argomento che verrà trattato nel corso di questo paragrafo.

Moltissimi dei calciatori presenti sulla scena attuale sono diventati negli anni dei veri e propri volti della televisione; volti affiancati da grandi marchi utilizzati dalle squadre di calcio per accrescere la propria notorietà e fama.
La marca, da ormai diversi anni, viene considerata come una persona a tutti gli effetti; questo perché da tempo si è dimostrata in grado di comunicare con l'altro, di esprimere concetti chiari, essa è dotata di parola sensata, trasmette ed evoca sensazioni ed emozioni e si adatta a molteplici contesti.
"[…] e la marca è un organismo vivente, è un territorio, è un racconto, è un generatore semiotico: ma, più, di ogni altra cosa, è un soggetto animato da una vitalità emozionale, razionale, relazionale" (G. Fabris – L. Minestroni, 2004, p. 377).

Applicando il concetto di marketing delineato da Ernest Dichter, uno dei padri della ricerca qualitativa motivazionale, in cui la marca veniva interpretata e studiata come una persona, si può dire che il volto della marca e il suo processo di personificazione, nel mondo del calcio, è affidato a grandi campioni.
Per competere nel mercato del nuovo millennio, la caratteristica principale è quella di puntare sulla diversificazione della marca avvalendosi di immagini, colori e icone che rimandano immediatamente alla mente del consumatore un'immagine da collegare al logo dell'impresa.
Il consumatore va alla ricerca di legami affettivi, di caratteristiche familiari e di autenticità; peculiarità che prima si ricercavano solo nei rapporti tra le persone, mentre oggi invece sono le stesse caratteristiche che definiscono anche il rapporto fra consumatore e marca.
Tratto distintivo di questo rapporto che si è venuto a creare negli anni, è quello di ricercare un'unicità e distintività che rendessero unico il brand rispetto al resto della massa.

Il testimonial famoso è andato così sempre più a sostituire il figurante della pubblicità, frutto questo anche di importanti investimenti che i marchi hanno dovuto fare. L'attore o lo sportivo vanno ad impreziosire il marchio sponsorizzato, impersonificandolo all'interno dello spot diventando parte integrante di esso. Si prendano ad esempio le pubblicità dei profumi; ognuna di loro è raccontata come in una sorta di film da alcuni degli attori di Hollywood più acclamati. Raccontata perché nei secondi di messa in onda dello spot, trasmettono un messaggio al consumatore al punto tale da coinvolgerlo ed emozionarlo. Quando si appone il marchio sulla maglia di un campione, il presupposto è che una parte dei valori espressi dall'azienda possa essere trasferita alla mente del pubblico. La figura del campione di calcio è in grado di far leva sul lato emozionale del destinatario che si mostra da subito coinvolto dalla marca; l'utilizzo del testimonial è finalizzato, quindi, a comunicare quei valori che il brand da solo non riesce a trasmettere (J. P. Peter – J. H. Donnelly Jr – C. A. Pratesi, 2009 ). [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il calcio fuori dai novanta minuti. L'importanza della gestione marketing per sopravvivere alla crisi del pallone

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michelarcangelo Pace
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Comunicazione d'impresa
  Relatore: Luca Dini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 157

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calcio
diritti tv
lovemark
salvacalcio
sponsor calcio
fair-play finanziario
spalmadebiti
sceicchi nel calcio
confronto club top five calcio
calciatori brand

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi