Skip to content

Auguste Choisy: le cupole seriali nell'architettura di Mimar Sinan

Le soluzioni di Sinan

Nelle costruzioni di Sinan la semplicità strutturale è raggiunta attraverso un cambiamento concettuale. Il baldacchino cupolato sostituisce la cupola come nucleo del disegno dell'intera struttura. La dimensione della cupola e il sostegno strutturale dettano, sia internamente che esternamente, la geometria dello spazio. Questa è l'essenza dello stile ottomano ed in particolare di Mimar Sinan.
Il baldacchino centrale ed il suo sistema di supporto può essere simmetrico o parzialmente simmetrico per enfatizzare una particolare direzione, il centro può esser ampliato da semi cupole o quarti di cupola. I piedritti di supporto possono essere integrati nei muri di cinta o possono rimanere indipendenti, gli elementi di transizione tra la cupola e i muri possono essere di tipo a tromba, porzioni di cupola o pennacchi. Gli archi di addossamento e montanti possono essere distribuiti dentro o fuori i muri di cinta ed arricchiti da gallerie che circondano e descrivono lo spazio esterno quanto quello interno.
A queste combinazioni è stata aggiunta una massiccia fenestratura che ha trasformato le pareti disadorne in pareti luminose. La configurazione esterna cambia con ogni costruzione e raggiunge espressioni artistiche diverse a seconda dei casi. Questi processi hanno creato un vocabolario formale che rende immediatamente riconoscibile lo stile ottomano. Durante l'operazione di disegno della pianta, Sinan considera certamente come punto di partenza la forma del baldacchino cupolato.
Sinan evita l'uso di curve anche nelle piante dei sistemi di copertura più complessi. Anche se le coperture consistono solo di cupole, quindi composte di curve, l'involucro che comprende gli elementi di supporto è composto da linee precise e rette. Anche nelle nicchie più piccole ha dimostrato di preferire forme poligonali invece che curvilinee. Il rifiuto di curve nella pianta crea una tensione visiva tra la parte alta degli edifici e quella a livello terreno. La qualità del disegno di Sinan sta nel determinare le soluzioni di raccordo tra pianta e copertura. Lo stile di Sinan non dipende solo dall'enfasi della cupola ma è basato su un sistema gerarchico fondato sulla copertura cupolata, il sistema di supporto e le finestrature.
Al fine di comprendere le magistrali evoluzioni di Sinan conviene analizzare brevemente le costruzioni dalle quali egli può aver sicuramente tratto casi di studio.
Nell'esagonale sala dell'ospedale della Kűlliye di Bayezit II di Edirne, si possono riscontrare le abilità nascenti degli archetti ottomani nel disegno di piante a geometrie complesse.
L'architetto di questa costruzione ha certamente adottato una serie di accorgimenti che meritano una nota di attenzione. Il muro in corrispondenza dell'incontro fra l'esagono e il rettangolo è reso più spesso al fine di regolare la geometria d'incontro. Successivamente lo riduce approssimandolo all'angolo retto in modo da non alterare la forma quadrata delle celle traslate a ventaglio. Difatti, il centro delle cupole non risiede nella bisettrice degli angoli corrispondenti.
In questa costruzione la forma poligonale interna della hall rimane inalterata all'esterno, esattamente come avviene nella Madrasa Büyük Ağa ad Amasya.
Esattamente come nel caso dell'ospedale di Edirne, l'architetto costruttore della madrasa di Amasya ha reso più spessi i muri, nella forma di un ventaglio, dove i lati dell'ottagono si incontrano. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Auguste Choisy: le cupole seriali nell'architettura di Mimar Sinan

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Ciprian
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Architettura
  Relatore: Paola Gennaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura bizantina
architettura ottomana
madrasa
auguste choisy
mimar sinan
külliye atik valide
külliye şemsi ahmet paşa
complesso di şehzade mehmet
moschea mihrimah sultan
madrasa cağaoğlu rustem paşa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi