Skip to content

Turismo e sviluppo sostenibile: il caso dell'Isola di Alonissos

Politiche di turismo sostenibile ad Alonissos

Quando si parla di turismo sostenibile si fa riferimento al concetto di sviluppo sostenibile, che studia in maniera critica le relazioni fra crescita economica ed ecosistema tenendo in considerazione la dimensione economica, sociale ed ambientale. Viene definito come lo sviluppo che soddisfa le necessità delle generazioni attuali senza compromettere quelle future. Questo è possibile attuando azioni che mirino a mantenere un’equità sociale nel tempo, un’integrità del sistema mantenendo l’equilibrio esistente ed evitando alterazioni irreversibili, prelievi di risorse ed emissioni di sostanze inquinanti (il turismo non deve distruggere l’ambiente), mantenere un’efficienza economica nel lungo periodo.

Talvolta le necessità di protezione della natura entrano in contrasto con quelle di un crescente sviluppo economico e risulta difficile porre in atto interventi che possano da un lato preservare l’ambiente naturale e dall’altro portare ad una crescita economica con nuove opportunità per la popolazione locale. L’istituzione dell’area protetta del Parco Marino di Alonissos e delle Sporadi, tramite le sue regolamentazioni nelle due differenti zone, ha permesso sia la conservazione dell’ecosistema che, successivamente, uno sviluppo controllato sul territorio, dal momento in cui si è creato un flusso di turismo naturalistico che ha dato slancio alle attività economiche locali.

Lo sviluppo turistico ha portato diversi vantaggi alla popolazione dell’Isola, primo fra tutti la possibilità di un’occupazione ed una fonte di reddito stabile (che ha impedito forti flussi migratori). La maggior parte delle attività economiche come bar, ristoranti, hotel e negozi sono di proprietà di locali, molte delle quali a gestione familiare, dove nel periodo estivo trovano lavoro anche le donne e i giovani (in tanti durante l’inverno vivono fuori da Alonissos per motivi di studio o di lavoro). Durante l’inverno, le possibilità sono minori e le occupazioni principali sono i lavori in edilizia, i lavori di manutenzione per le attrezzature turistiche, la pesca e l’agricoltura. Alcune attività tradizionali sono oggi connesse col turismo, in particolare la pesca e l’agricoltura che hanno trovato nuove possibilità di guadagno tramite la vendita dei prodotti tipici presso la Cooperativa delle donne “Ikos” e del pescato presso le taverne presenti nei centri abitati.

Per quanto riguarda la tutela dell’ambiente e del paesaggio è presente una stretta connessione con lo sviluppo edilizio a scopo turistico – ricettivo: sono stati molti i casi di recupero delle strutture esistenti, che hanno modificato la loro destinazione originaria verso attività legate al turismo; inoltre la costruzione di nuovi edifici è regolata da norme del Parco Marino, benché non sia ancora presente un preciso piano regolatore del Comune.

Gli interventi attuati finora dal Comune per la salvaguardia dell’ambiente riguardano l’implementazione del sistema della raccolta differenziata dei rifiuti, l’ammodernamento dell’impianto idrico comunale, l’impianto per la raccolta delle acque reflue, iniziative per misurare i consumi energetici. Sarebbe necessario anche adottare un piano di emergenza in caso di incendi boschivi o inondazioni.

Nel 2013 e nel 2014 Alonissos ha ottenuto l’importante riconoscimento “Quality Coast Gold Award” dal programma attuato da Costal & Marine Union (EUCC) che ha come obiettivo quello di creare una rete di comunità costiere ed insulari che condividano valori simili su sviluppo sostenibile, natura e biodiversità, patrimonio culturale ed identità, responsabilità sociale, mantenendo allo stesso tempo alti standard qualitativi nel turismo. Gli aspetti che hanno portato al riconoscimento riguardano la protezione dell’ambiente terrestre e marino, il mantenimento dell’architettura tradizionale locale, la conservazione dell’identità culturale comprese le tradizioni culinarie e le feste, le iniziative per il monitoraggio dei consumi energetici, la sicurezza della destinazione per i residenti e i turisti. All’interno di questo programma sono previsti anche progetti per migliorare le azioni nel campo del turismo sostenibile, con l’aiuto dei finanziamenti dell’Unione Europea; nel caso di Alonissos il progetto riguarda la protezione della foca monaca tramite le attività del MOm. All’interno del programma Quality Coast, l’obiettivo per il prossimo anno è quello di migliorare la gestione della raccolta differenziata e ridurre la produzione di rifiuti nelle aziende turistiche.

Dalle ricerche svolte, sempre nell’ambito dell’assegnazione del riconoscimento “Quality Coast”, risulta che sono ancora molti gli interventi da attuare per migliorare la sostenibilità di Alonissos. Questi riguardano:

* un sistema di informazioni sia per residenti che per turisti sulle tematiche di sostenibilità, per i siti culturali e naturali per promuovere e incoraggiare comportamenti responsabili;
* gestione delle risorse energetiche;
* gestione corretta dei rifiuti (la raccolta differenziata è presente, ma mancano informazioni sulla sua importanza);
* sostenibilità nei trasporti (aumentare i servizi di trasporto pubblico e disincentivare l’uso dei mezzi privati);
* gestione delle risorse idriche;
* utilizzo di prodotti eco-compatibili;
* raccolta e monitoraggio di dati sul turismo e pubblicazione di report periodici.

Perché la sostenibilità coinvolga su più fronti le attività di Alonissos sono necessari interventi di comunicazione per sensibilizzare sia i turisti che i residenti sulle diverse tematiche. Per quanto riguarda la popolazione e gli stakeholder locali sarebbe possibile attuare una campagna di informazione per sottolineare l’importanza della sostenibilità nel turismo, con ad oggetto l’efficienza energetica, la raccolta differenziata dei rifiuti, la gestione delle risorse idriche, coinvolgendo anche le scuole ed i giovani che sono più aperti verso le novità.

La comunicazione delle attività di ecoturismo è fondamentale per i turisti per incoraggiarli ad adottare comportamenti responsabili e può essere fatta tramite l’installazione di pannelli informativi, in diverse lingue, nei luoghi naturali (che spiegano gli habitat e le specie presenti) e nei siti culturali, ma anche tramite volantini con informazioni sul riciclo dei rifiuti (spesso i turisti conoscono il metodo, ma non hanno informazioni chiare in loco) e di sensibilizzazione sul consumo di energia ed acqua.

Per quanto riguarda i trasporti, il mezzo privato è ancora il più utilizzato per spostarsi sull’Isola (auto e/o motorini); è presente un servizio di autobus di linea del Comune che collega Patitiri a Palià Chora e Steni Vala, ma gli orari cambiano spesso e non è certo il periodo di servizio.

Nel 2013 è stato attivato un servizio privato di autobus di linea che collega alcune delle spiagge più conosciute. Il trasporto pubblico migliorerebbe la sostenibilità dei trasporti e sarebbe opportuno migliorare il servizio degli autobus inserendo nuove tratte e aumentando il numero delle corse giornaliere ed incrementare il numero di centri di noleggio per biciclette41, incentivando così l’utilizzo di questo mezzo.

Perché Alonissos possa essere considerata a tutti gli effetti una destinazione di turismo sostenibile è necessaria una pianificazione turistica di lungo periodo, che preveda la raccolta di dati relativi agli arrivi e alle partenze, e dati relativi alle caratteristiche dei visitatori e dei loro bisogni. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Turismo e sviluppo sostenibile: il caso dell'Isola di Alonissos

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Patrizia Piazzini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Patrizia Romei
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

turismo
sviluppo sostenibile
grecia
turismo sostenibile
geografia turismo
alonissos
parco marino
sporadi
nmpans
mom

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi