Skip to content

Il fenomeno delle offerte all'ultimo minuto nelle aste di eBay: motivazioni strategiche ed evidenze empiriche

Le offerte all’ultimo minuto: le motivazioni

Come si è visto nel paragrafo 2.3.3, le aste di eBay possono essere considerate essenzialmente delle aste al secondo prezzo. I partecipanti all’asta inseriscono l’importo massimo che sono disposti a pagare nel sistema delle offerte per procura, e se tale importo risulta il più elevato, si aggiudicano l’oggetto pagando un prezzo pari alla seconda offerta più elevata (più il minimo incremento d’offerta previsto). Si ipotizzi che l’asta sia a valori privati indipendenti.

Per questa tipologia d’asta la teoria suggerisce che l’offerta da sottoporre debba essere pari alla propria, onesta, valutazione dell’oggetto; tale strategia è, infatti, quella dominante nelle aste al secondo prezzo (si veda il paragrafo 1.4.2).

Si noti che l’istante temporale in cui inserire l’offerta è del tutto irrilevante in quanto l’offerta vincente è quella più elevata, e non quella che arriva per ultima; in altre parole il risultato dell’asta non dipende dal tempo delle offerte, ma solo dall’importo. Inoltre sotto l’ipotesi di valori privati, le valutazioni dei bidders sono indipendenti.

Ne segue che inviare la propria offerta all’inizio dell’asta, o un secondo prima della scadenza dovrebbe essere completamente indifferente per i bidders. Dunque, secondo la teoria, un bidder interessato all’acquisto di un oggetto dovrebbe semplicemente inserire (in un qualunque momento) un’unica offerta massima pari alla propria valutazione e lasciare che il sistema delle offerte per procura rilanci per suo conto, senza la necessità di attendere gli ultimi secondi dell’asta.

Alla scadenza, se la sua offerta risulta la più elevata, il bidder si aggiudica l’asta e può godere di una rendita informativa, in quanto paga un prezzo inferiore alla propria valutazione.

Se il bidder non dovesse aggiudicarsi l’asta non avrebbe comunque motivo di essere contrariato: infatti, ciò significherebbe che c’era qualcun’altro disposto a pagare una cifra maggiore per quell’oggetto e dunque egli non avrebbe potuto fare niente per migliore la propria posizione. Tuttavia, il comportamento teorico appena delineato non è quello che viene riscontrato nella pratica: spesso, infatti, i bidders sottomettono le proprie offerte nell’immediata prossimità della scadenza dell’asta.

Tale fenomeno è chiamato con i termini late bidding, sniping o last minute bidding (offerte all’ultimo minuto) ed è stato osservato da diversi autori in letteratura. Per esempio, Roth e Ockenfels (2002) hanno notato che fra le 240 aste da loro esaminate il 50% ha ricevuto l’ultima offerta negli ultimi 5 minuti e il 12% negli ultimi 10 secondi.

Schindler (2003) ha documentato un andamento simile. Bajari e Hortacsu (2003) hanno analizzato un campione di 418 aste di monete da collezione e trovato che il 50% delle offerte vincenti è stato sottoposto nell’ultimo 1,7% della durata residua dell’asta e il 25% nell’ultimo 0,2% della durata residua. Evidenze analoghe sono state documentate da numerose ricerche. Alcune di queste sono sintetizzate in tabella 3.1.

Inoltre, Roth e Ockenfels (2000) hanno osservato che l’andamento temporale delle offerte sottoposte dai bidders si distribuisce secondo una legge di potenza, con la maggior parte delle offerte concentrate nei minuti finali dell’asta.

Queste evidenze risultano difficilmente conciliabili con la teoria economica: apparentemente, infatti, non vi sarebbe alcun motivo per il quale i bidders dovrebbero preferire attendere gli ultimi secondi dell’asta per inviare le proprie offerte. Diverse ricerche hanno cercato di far luce sulle possibili motivazioni che spingono i bidders ad agire in questo modo. Le principali spiegazioni avanzate in letteratura sono presentate in questo capitolo.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il fenomeno delle offerte all'ultimo minuto nelle aste di eBay: motivazioni strategiche ed evidenze empiriche

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Danilo Ardini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Luigi Buzzacchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 133

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

teoria dei giochi
ebay
teoria delle aste
last minute bidding
late bidding
offerte all'ultimo minuto
sniping
aste
aste online
evidenze empiriche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi