Skip to content

Dalla teoria di Markovitz alla statistica bayesiana: il modello Black - Littermann

Orizzonte temporale dell’investimento

Markovitz considera l’orizzonte temporale uniperiodale degli investimenti, quando, invece, nella realtà gli investitori sono attenti ai rendimenti infraperiodali che consentono, all’occasione, di ribilanciare il portafoglio in funzione anche di fatti imprevedibili al momento della implementazione delle scelte di portafoglio.

Mossin nel 1968, dopo aver rilevato tale limitazione operativa nel modello media – varianza, introduce un modello multi periodale in cui l’investitore ha sempre un intervallo temporale globale nel quale massimizza le preferenze, ma tale periodo viene diviso in n sottoperiodi, alla fine di ciascuno di essi l’investitore può operare una ricomposizione degli investimenti.

Ogni decisione di investimento adottata nel singolo sottoperiodo dipende da quanto conseguito nei precedenti intervalli di tempo e dalle opportunità che possono offrire i singoli periodi futuri e solo alla fine dell’ultimo sottoperiodo può essere impostata la logica uniperiodale di Markovitz.
Il problema in questo caso consiste in una massimizzazione di una funzione di utilità attesa intertemporale, in una funzione di utilità che varia a seconda dei risultati conseguiti.

La teoria nota come multiperiod portfolio theory ha trovato nel tempo molti sostenitori tra i quali oltre a Mossin abbiamo Leland (1972), Hakanson (1974), Ross(1974), Grauer(1993).

Le condizioni da rispettare affinchè una strategia multiperiodale risulti equivalente alla combinazione in serie di più strategie uniperiodali sono:
1) la costruzione ottimale dei portafogli non deve essere influenzata dalla ricchezza iniziale;
2) i rendimenti degli assets non devono essere serialmente correlati;
3) nell’orizzonte temporale complessivo non possono essere effettuati conferimenti e/o riscatti intermedi;
4) non esistono costi di transazione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Dalla teoria di Markovitz alla statistica bayesiana: il modello Black - Littermann

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Mario Ippoliti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Economia Bancaria Finanziaria e Assicurativa
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Paolo D'Antonio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

asset management
finanza internazionale
markovitz
scelte di portafoglio
black littermann

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi