Skip to content

Il pregiudizio all'interno del conflitto intergruppi

Gli schemi cognitivi

In letteratura gli schemi sono considerati come strutture interpretative di base attraverso le quali l’individuo rappresenta il Sé, gli altri, e le relazioni interpersonali. Le informazioni empiriche sono elaborate e rappresentate in base ai loro attributi, alle loro relazioni spaziali e temporali.

Il vantaggio principale degli schemi cognitivi è che essi rispondono al principio di economia cognitiva. Queste strutture sono abbastanza stabili nel tempo e hanno il compito di attribuire un certo significato agli eventi. Rispondendo al principio di economia cognitiva, queste strutture filtrano le informazioni in entrata: i dati compatibili con lo schema sono filtrati per consolidare la struttura, mentre i dati non compatibili vengono ignorati a meno che non siano numerosi e fortemente rilevanti.

L’attivazione degli schemi, quindi, ci permette l’elaborazione cognitiva delle informazioni in base ad una teoria soggettiva d’interpretazione del Sé e di ciò che lo circonda, e non in base ai reali dati a disposizione. Tendenzialmente esistono vari tipi di schemi cognitivi: del Sé, di persone, di eventi e di ruolo. In particolare, gli schemi adibiti all’elaborazione di tratti ritenuti caratteristici di specifici individui, di persone all’interno di determinate situazioni o di gruppi sociali, sono strettamente legati alla formazione di pregiudizi.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il pregiudizio all'interno del conflitto intergruppi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianmaria Bartiromo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze e tecniche di psicologia cognitiva
  Relatore: Luigi Castelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 34

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ipotesi del contatto
il pregiudizio
il conflitto israelo-palestinese
teoria del conflitto realistico
conflitti intergruppi
riduzione del pregiudizio
conflitti intrattabili
pregiudizio e conflitti intergruppi
teoria del contatto esteso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi