Skip to content

Affidamento e mantenimento dei figli nella separazione e nel divorzio

Effetti indiretti del divorzio

La presenza, nel nostro ordinamento, dell’istituto del divorzio e della relativa disciplina, produce anche effetti indiretti, tra i quali l’eliminazione degli ostacoli che in precedenza impedivano il riconoscimento in Italia delle sentenze straniere di divorzio.

La pronuncia di divorzio sopravvenuta in pendenza del giudizio di separazione o del giudizio di modificazione delle condizioni di separazione può dar luogo, ma non necessariamente, alla cessazione della materia del contendere in sede di separazione. La cessazione della materia del contendere nel giudizio di divorzio non può più, per effetto del venir meno della riserva di giurisdizione ecclesiastica, essere determinata dalla dichiarazione di nullità del matrimonio in sede canonica, neppure se delibata dal Giudice italiano stante la reciproca indifferenza tra i due giudizi. Va comunque esclusa, tra il giudizio di separazione e quello di divorzio, la pregiudizialità idonea a fondare la sospensione o la cessazione della materia del contendere.

La pregiudizialità va esclusa tra il giudizio di nullità pendente innanzi al Giudice Ecclesiastico e il giudizio di divorzio, salva l’ipotesi che la valutazione della validità del matrimonio avvenga non in via incidentale, ma con efficacia di giudicato; nella quale ipotesi opererebbe l’art. 34 c.p.c. ed il giudicato di divorzio potrebbe precludere la delibazione della sentenza ecclesiastica di nullità.

La quale delibazione, eventualmente sopravvenuta, lascerebbe intangibile il giudicato sulle pronunce, anche patrimoniali, della sentenza di divorzio.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Affidamento e mantenimento dei figli nella separazione e nel divorzio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Claudio Aquilino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università Telematica Pegaso
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Angelo Scala
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

divorzio
separazione
figli
mantenimento
coniugale
tribunale
affidamento
vincolo
scioglimento
condiviso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi