Skip to content

Preferenza di ovideposizione in Paysandisia archon (Lepidoptera, Castniidae)

L'"Active Space", distanza d'azione dei segnali visivi e olfattivi

L'"Active Space" è definito come lo spazio entro il quale l'intensità di uno stimolo, o segnale, è al di sopra della soglia che causa una risposta comportamentale. In assenza di segnali visivi, risposte comportamentali agli odori della pianta sono state osservate a distanze di 5-30 metri per molte specie oligofaghe (Schoonhoven et al. 2005).
L'"Active Space" in condizioni naturali è influenzato sia dalla biomassa che dalla complessità della vegetazione. L'integrità di uno stimolo prodotto da una singola pianta ospite o da un gruppo di piante ospiti in una comunità vegetale può conservarsi per distanze relativamente brevi, o può persistere a lungo. Ad esempio, i contrasti visivi in un complesso di piante possono essere percepiti a distanze maggiori rispetto alla percezione degli odori a brevi distanze. Comunque, in condizioni naturali, differenti stimoli sono presenti simultaneamente e gli insetti li utilizzano in combinazione (Schoonhoven et al. 2005)

Questo brano è tratto dalla tesi:

Preferenza di ovideposizione in Paysandisia archon (Lepidoptera, Castniidae)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Fazzini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Ancona
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze Agrarie Tropicali e Subtropicali
  Relatore: Paola Riolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

landing
nunzio isidoro
riolo paola
paysandisia archona
aracaceae
chamaerops humilis
phoenix canariensis
trachycarpus fortunei
washingtonia robusta
composti volatili

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi