Skip to content

Profili contabili e valutativi dell'operazione di affitto d'azienda

Finalità dell'affitto per un'azienda ''sana''

Ad un primo impatto si potrebbe essere portati a pensare che la decisione di concedere in locazione una azienda da parte del suo titolare, persona fisica o società, sia una decisione alla quale si ricorra solo ed esclusivamente nel caso in cui si verifichi uno stato di crisi aziendale.
Ragionando in maniera superficiale non si ravviserebbero altre motivazioni valide se non quelle che vedono l'affitto una sorta di risposta ad eventuali scenari di squilibrio, non associandolo ad un'azienda che non presenta particolari problemi economico-finanziari. Il collegamento automatico affitto d'azienda- crisi d'impresa, seppur giustissimo, non è tuttavia l'unico possibile, ma un contratto di affitto di azienda potrebbe essere posto in essere anche avendo ad oggetto un'impresa "sana" ed in tal caso le motivazioni sono di carattere strettamente personale o soggettivo e da ricondurre soprattutto ad entità di piccole dimensioni, in particolare imprese individuali, le cui sorti sono strettamente legate a quelle dell'unico imprenditore-titolare o, al massimo, dei suoi più stretti collaboratori che sono spesso i suoi familiari. In casistiche del genere esistono motivazioni soggettive che posso portare alla decisione di concedere in locazione la propria azienda che possiamo qui brevemente riassumere:

• Volontà del locatore di sospendere temporaneamente l'esercizio dell'impresa per ritornare ad esercitarla in un successivo momento: ciò avviene per diversi ordini di ragioni tra cui la voglia di dedicarsi ad altre attività imprenditoriali o ad altre attività di lavoro autonomo o dipendente.

• Passaggio generazionale: se il titolare ha intenzione di far proseguire l'attività ad un familiare, qualora quest'ultimo non sia ancora in grado, per motivi anagrafici o di non sufficiente competenza ed esperienza, di assumersi in toto il rischio dell'essere proprietario,potrebbe optare per un contratto di affitto d'azienda. Durante il periodo di affittanza sarebbe, così, possibile la pianificazione del passaggio generazionale.

• Età avanzata del locatore: per l'imprenditore che stia per terminare la propria vita lavorativa l'affitto della propria azienda può rappresentare una scelta conveniente per il periodo precedente al pensionamento perché garantisce di trarre un reddito periodico e di conservare, allo stesso tempo, la proprietà dell'azienda.

• Necessità di dare un nuovo impulso alla gestione: alcune imprese, pur non essendo in situazione di crisi, potrebbero ricorrere all'affitto d'azienda perché divenute remunerative e redditizie con livelli meno consistenti del passato ed, in tal caso, una nuova gestione per un periodo di tempo circoscritto potrebbe dare quell'impulso necessario ad aumentare la competitività nel settore di riferimento.

In tutti i casi esaminati il titolare dell'azienda modifica la sua posizione rispetto a quella originaria assumendo, come già più volte sottolineato, lo status di investitore e, se l'azienda gode di buoni livelli di redditività, può assicurarsi un congruo introito periodico sostenendo il rischio d'impresa in maniera molto attenuata perché sostituisce la remunerazione che potrebbe derivargli dalla gestione diretta della propria azienda con i canoni di locazione.

In siffatte circostanze appena elencate un potenziale conduttore potrebbe essere portato a concludere un contratto di affitto d'azienda al ricorrere di determinate condizioni. Le motivazioni che possono spingere l'affittuario sono quelle di voler sondare il settore di mercato, acquisire di esso conoscenze tecniche specifiche, sfruttare la momentanea redditività soddisfacente dell'impresa. Si tratta di motivazioni che attengono alla necessità di ricevere un ritorno economico o un ritorno in termini di conoscenze ed esperienze acquisite, visto che, finora, abbiamo parlato di affitto d'azienda come operazione autonoma e non strumentale ad altri negozi di natura straordinaria.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Profili contabili e valutativi dell'operazione di affitto d'azienda

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Serena Gallo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: William Forte
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 234

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

valutazione
aspetti contabili
affitto d'azienda
approccio giuridico-formale
approccio sostanziale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi