Skip to content

Short Cuts: Raymond Carver e Robert Altman raccontano l'America

Cosa unisce Raymond Carver a Robert Altman?

Se prendiamo in considerazione la vita di quest'ultimo, possiamo riscontrare che anche lui come Carver non fu di certo un figlio di papà. Proveniva da una famiglia modesta, si diplomò all'Accademia militare di Wentworth a Lexington, nel Missouri, e si laureò in ingegneria. Prese parte alla seconda guerra mondiale come co -pilota di un b-24 per l'Air Force. La sua carriera nel mondo dello spettacolo iniziò subito dopo la guerra. Infatti si recò a Hollywood, dove tentò la carriera di attore, di autore di canzoni, sceneggiatore, direttore pubblicitario e autore di testi per la radio. Però il suo sogno di diventare regista si concretizzò nel Kansas. Fu un suo vecchio amico a raccomandarlo ad una casa di produzione cinematografica, la Calvin & Co e dopo una gavetta che lo vide sceneggiatore di musical, regista di documentari educativi nel 1953 produsse e diresse una serie tv The Pulse of the City, poi passò alla regia teatrale.

Ma il suo debutto come regista di lungometraggi avvenne nel 1957 con The Delinquents, seguito dal documentario The James Dean Story basato sulla vita del giovane divo scomparso. Nel 1956 si ritrasferì ad Hollywood, dove diresse anche lo show Alfred Hitchcock Presents/ e il serial "Bonanza". Ritornò negli anni sessanta sul grande schermo con Countdown, That Cold Day in the Park, seguito da un dei suoi più grandi successi, "Mash", pellicola anti militarista.
Il suo cinema è originale, derisorio, beffardo, amante della parodia. Queste sono le caratteristiche che lo hanno sempre contraddistinto, tanto che attorno a lui cominciano a gravitare una serie di interpreti che adorano lavorare per le sue sceneggiature, come Lily Tomlin. Fu nel 1975 che realizzò il suo lavoro più noto e apprezzato: Nashville, cronaca di un festival di musica country, che gli permetterà di avere due "nomination" all'Oscar come miglior regista e come miglior film.
Le pellicole che seguirono sul finire degli anni settanta e l'inizio degli anni ottanta hanno tutte tematiche eccentriche e complesse e furono così apprezzate che anche grandi attori come il nostro Vittorio Gassman erano interessati a lavorare per Altman.

Negli anni novanta si incrementò la sua reputazione di regista sarcastico e critico, nonché di rivoluzionario del grande schermo. Come Carver infatti era un uomo fuori dagli schemi, che amava reinventarsi costantemente, curare i minimi particolari e in un certo qual senso affondare il coltello nella piaga per far venire fuori la realtà.
Carver e Altman sono sicuramente due spiriti affini che utilizzano mezzi diversi per mettere in luce ciò che è sotto la superficie. I due non ebbero mai l'occasione di conoscersi di persona, in quanto lo scrittore morì di tumore al polmone nel 1988. Il loro incontro allora, se così lo vogliamo chiamare, fu fortuito. Altman tornava da Roma nel 1990 dove stava progettando un film su Rossini. Fu minacciato però di morte e decise di ritornare in America; proprio durante quel viaggio in aereo cominciò a leggere alcuni dei racconti di Raymond Carver, tra cui presumibilmente dovevano esserci quelli compresi nelle ultime raccolte pubblicate dall'autore. Il progetto che venne fuori da quella lettura fu sensazionale. Portò infatti al film che nel 1993 vinse a Venezia il Leone d'oro. Short Cuts, nella versione italiana "America oggi". Il prodotto non fu altro che uno spaccato d'America, uno sguardo sulla realtà, la vera realtà americana vista attraverso i suoi occhi e attraverso gli occhi di Carver. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Short Cuts: Raymond Carver e Robert Altman raccontano l'America

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanna Rita Briganti
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Giuseppe Lombardo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stati uniti
america
robert altman
raymond carver

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi