Skip to content

La valorizzazione delle specificità locali: il caso di Cancellara (PZ)

La sagra e il festival della salsiccia

La Salsiccia, a Cancellara, è protagonista in due importanti manifestazioni: la Sagra e il Festival.

La Sagra della salsiccia ha luogo il 3 febbraio di ogni anno, in onore della festa del Santo Patrono, San Biagio Vescovo Martire. Purtroppo per il periodo dell’anno in cui si svolge, la riuscita di tale evento è sempre un enigma, in quanto il tutto si svolge all’aperto. La piazza principale viene allestita di numerosi stand in cui i produttori locali sponsorizzano il prodotto. Se la riuscita dell’evento non è assicurata per le condizioni climatiche, d’altro canto questo è il vero periodo in cui pubblicizzare il prodotto, in quanto l’asciugatura termina proprio nel periodo in cui la festa ricade. Essendo tale evento nel periodo di Carnevale, i giovani ancora oggi, sono soliti travestirsi, soprattutto con gli abiti tipici e, girovagare per le vie del paese, bussando alle case per chiedere la salsiccia che poi verrà offerta in occasione della sagra. Tale manifestazione viene denominata “cantà p sauzezza”.

Il Festival invece, ora giunto alla quarta edizione, si svolge il secondo week end di settembre, nelle giornate di sabato e domenica dalle 9.00 alle 24.00. La sua organizzazione è molto più complessa di quella della sagra, in quanto coinvolge l’intera cittadina e genera ogni anno un flusso sempre crescente di presenze turistiche, tanto da poter definire tale prodotto enogastronomico un vero e proprio motore di sviluppo turistico del territorio.

L’ultimo festival ha registrato più di diecimila presenze, molte delle quali provenienti da fuori regione; particolare presenza è stata quella del comune di Bucine, in provincia di Arezzo, dove ogni anno si svolge il Festival delle Regioni con il quale Cancellara ha avviato una collaborazione proprio riguardante la valorizzazione delle specificità delle rispettive comunità, nell’ambito di un progetto riguardante la filiera corta. La partecipazione a tale manifestazione rappresenta una buona opportunità di promozione turistica per Cancellara in quanto vi è l’incontro tra numerosi partecipanti provenienti da tutta Italia e non solo.

Il primo anno, essendo un evento in via di sperimentazione, non si aveva minimamente idea della riuscita circa il numero delle presenze, e si è, infatti, verificato un episodio molto spiacevole, in quanto, già dalla prima serata, il sabato, la salsiccia, protagonista assoluta dell’evento, era terminata e ai turisti, venuti appositamente per assaggiarla, sono state offerte fettine di carne. L’indomani, la domenica, per non farsi trovare impreparati in serata, i macellai hanno provveduto alla preparazione di nuova salsiccia.

Dopo ormai quattro edizioni, viene atteso come uno degli eventi più attrattori dell’intera programmazione estiva della regione; non rappresenta più solo un evento gastronomico, ma anche culturale, in quanto è caratterizzato da laboratori didattici in cui donne del paese illustrano le varie fasi di preparazione della salsiccia, lezioni magistrali sul tema di interesse, visite guidate dell’intero borgo, intrattenimenti e mostre, ma soprattutto degustazioni di salsiccia e menù completi nei locali presenti sul territorio.

Tale evento coinvolge l’intero borgo, le macellerie e i ristoranti, molti giovani impegnati nelle visite guidate; unico grande limite però, è che si svolge in un periodo in cui la salsiccia stagionata scarseggia o meglio non è nella fase migliore della stagionatura; infatti la maggior parte della salsiccia offerta e promossa è quella fresca, che non è rappresentativa al cento per cento delle specificità di tale prodotto.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La valorizzazione delle specificità locali: il caso di Cancellara (PZ)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosanna Calocero
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Maria Fiori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

salsiccia
albergo diffuso
cancellara

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi