Skip to content

Le Autostrade nella politica dei Trasporti italiana: Due studi di caso a confronto

Infrastrutture e consenso sociale

La questione infrastrutturale ha stimolato da sempre un'animata discussione sulla fattibilità degli interventi da eseguire, tanto più che la realizzazione di un'importante opera incide direttamente sul territorio sul quale insiste.
Un'infrastruttura, una volta realizzata, si colloca in modo stabile su quel territorio trasformandolo significativamente, e questo deve indurre gli analisti e gli attori di policy in generale ad adottare tutti quei comportamenti idonei ad individuare la soluzione migliore che permetta al contempo di stimolare la crescita economica di una data area e di limitarne l'impatto socio-ambientale.
La realtà italiana, in questo senso, rappresenta un esempio emblematico e carico di spunti per coloro i quali si occupano di infrastrutture. La penisola italiana, che si estende dal cuore dell'Europa sino alla periferia del continente, si presenta molto variegata dal punto di visto geografico; alle montagne si alternano le pianure, alle zone collinari si contrappongono numerose zone balneari e anche il clima differisce a seconda dell'area di riferimento. Tutto ciò fa dell'Italia un territorio complesso nel quale riuscire a sviluppare una politica organica ed unitaria di tipo infrastrutturale, è ancor più difficile. Il nostro paese presenta diverse criticità: ha un elevato rischio sismico, soprattutto lungo la dorsale appenninica e presenta un'altissima densità demografica spesso mal distribuita (a centri di grosse dimensioni dal carattere di metropoli si alternano piccoli e piccolissimi siti urbani spesso sviluppatisi senza alcuna logica regolativa, e per questo estranei ai reticoli infrastrutturali che ne acuiscono l'isolamento). A fronte di queste problematicità, spesso, i governi non hanno saputo proporre valide soluzioni programmatiche, anzi le scelte sbagliate, che il più delle volte sono state prese, hanno aumentato la criticità di queste problematiche. Il dissesto idrogeologico rappresenta, in questo senso, un chiaro esempio di come, in molti casi, le scelte scellerate degli organi preposti hanno acuito un limite del territorio con ripercussioni spesso drammatiche.
Tutto ciò dimostra come occorra una più attenta conoscenza della realtà geografica ed ecologica che si vuole trasformare e, un qualsiasi intervento infrastrutturale, non può prescindere da un'analisi di questo tipo. Scelte poco oculate non sono più ammissibili; un'attenta valutazione di impatto ambientale ce lo impone, ma lo impone anche la normativa dell'Unione sempre più attenta alle tematiche ambientali, e la società civile sempre più sensibile rispetto alle questioni ambientaliste. In più occasioni il nostro territorio ha manifestato tutti i suoi limiti e l'intervento dell'uomo troppo spesso ha anteposto le logiche economiche al delicato equilibrio dell'ecosistema; tutto ciò oggi non è più sostenibile. Occorre, pertanto, una seria politica di pianificazione degli interventi infrastrutturali che tenga conto, oltre le necessità di sviluppo dei territori, anche e soprattutto della geomorfologia degli stessi e del consenso sociale di chi quei territori li vive. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le Autostrade nella politica dei Trasporti italiana: Due studi di caso a confronto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michelangelo Bruno
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Pubbliche Amministrazioni e Organizzazioni Complesse
  Relatore: Luca Verzichelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 178

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

infrastrutture
project financing
trasporti
analisi comparata
brebemi
autostrada del sole
autostrada

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi