Skip to content

Middle income trap e global value chain analysis: il Vietnam nella produzione globale dell'elettronica

La crisi finanziaria globale: nuove opportunità per l'Est Asiatico?

Il settore dell'elettronica è stato colpito duramente dalla crisi finanziaria globale del 2008. Nonostante la difficoltà di quantificare i danni a livello globale, le cifre relative ai volumi del trasporto mondiale possono darci un'idea dell'impatto dello shock finanziario sulla produzione globale del settore. I risultati combinati delle sedici più grosse compagnie di trasporto marittimo, ad esempio, hanno mostrato un declino nei profitti del 40% nei primi mesi del 2009, passati dai 94 miliari di dollari del 2008 ai 56 miliardi nell'anno dopo.
Non indagheremo, in questa sede, gli impatti della crisi sul settore ma ci basta sapere che la produzione globale dell'elettronica e in particolar modo la produzione di beni intermedi, è sensibile ai cambiamenti sistemici, sia positivi che negativi. Così come dopo le bolle del 1985 e del 2001, rispettivamente i boom indotti dall'introduzione del PC e delle dot.com, anche dopo la recessione del 2008 il commercio di beni elettronici intermedi è aumentato. Mentre nei due primi casi, però, l'incremento era dovuto ad una crescita totale del settore, lo shock finanziario del 2008 e la crisi economica che ne è conseguita hanno indotto le aziende a tagliare i costi e soprattutto a implementare strategie più aggressive di outsourcing e offshoring (Sturgeon 2009).
Inoltre, siccome il settore dell'elettronica è noto come settore "propulsivo" e che le conoscenze tecnologiche tendono a concentrarsi solo in alcuni luoghi (ad esempio la Silicon Valley, l'Europa o il Giappone), i politici e i decisori pubblici non hanno esercitato troppa pressione sulle aziende per convincerle a produrre localmente e si sono mostrati contrari alla creazione di barriere al commercio. In breve, le TNC si sono trovate ancor più svincolate dai cordoni ombelicali che li tenevano, anche se per poco, ancora attaccati ai loro paesi d'origine e hanno potuto, così, intensificare la delocalizzazione verso le location low-cost, in primis l'Asia.
Secondo Dieter Ernst (2013) i cambiamenti indotti dalla crisi e in particolare l'esigenza dei contract manufacturer di aggiustare e razionalizzare l'organizzazione dei loro network ha generato due effetti interrelati: la crisi del modello di produzione americano e, contemporaneamente, l'apertura di nuove opportunità per i produttori asiatici.
Per modello di produzione americano Ernst intende, specificamente, un organizzazione che vede due attori principali: gli Original Equipement Manufacturer (OEM) e i contract manufacturer, entrambi di origini americane, che alimentano un circolo virtuoso fatto di inarrestabili processi di outsourcing limitati al paese d'origine e fanno largo uso di M&A; Sturgeon (2002), invece, così lo definisce: "Turnkey suppliers and lead firms coevolve in a recursive cycle of outsourcing and increasing supply-base capablity and scale, which makes the prospects for additional outsourcing more attractive".
Un esempio di tale modello è la Dell, un OEM americano che affida continuamente la manifattura e i relativi servizi ai contract manufacturer americani, come la Flextronics.
Sempre secondo Sturgeon, il modello americano continuerà a porre delle serie minacce ai fornitori asiatici, rappresentate dalla difficoltà di partecipare ai network globali di produzione per la presenza di crescenti barriere all'entrata. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Middle income trap e global value chain analysis: il Vietnam nella produzione globale dell'elettronica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Di Costanzo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Pietro Paolo Masina
Coautore: Gianluca Petito
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia
vietnam
politica economica
asia
catena del valore
elettronica
samsung
global value chain
middle income trap
trappola del medio reddito

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi