Skip to content

Auxiliary tools in English teaching: ''pop'' songs

Why Songs (And For What)?

There is a very interesting and remarkable idea relating to songs. It is common belief that a language is easier to express in songs than in speech. Julian Dakin asserts that "for most learners, singing or reciting a rhyme is much easier than talking" (Dakin, 1992: 5). It is possible to find some reasonable explanation for this fact when considering the beginning of a child's life. Their very first utterances are sounds like humming, spluttering, muttering, whooping, which resemble more the sound of singing than that of talking.
Nowadays, songs are played almost everywhere ali around the world and it is exactly in schools that the best and the most of the immense potential they have could be used. Actually, Candlin, in the preface as series editor that Songs in Action (Griffee, 1992) was a part of, argues for the importance songs may provide as an historical and social cultural context to the language being acquired. He states:
"To be sure, songs bave a piace in the classroom for helping create that friendly and co-operative atmosphere so important for language learning, but they can offer much more. They offer insights into tbe culture and especially the stories and myths of different societies, providing a window into the frames of reference and values of the peoples whose language we are learning." (Candlin, 1995: ix)

Songs can be used in many ways. The four skills (listening, reading, writing and speaking) can be practiced, and, in the same way, linguistic aspects like vocabulary, grammatical structures, and rhythm, stress, fluency and pronunciation.
Songs, then, are "especially good at introducing vocabulary because they provide a meaningful context for the vocabulary" (Griffee, 1995: 5). However, it depends on the choice of songs, since there are also some songs without meaningful context. From the grammatical point of view, they "provide a natura! context for the most common structures such as verb tenses and prepositions" (Griffee, 1995: 6).
Regarding pronunciation, songs can be very helpful because they provide the authentic language with ali the difficulties (like, for instance, connected speech, different pronunciation of the same sound, difficult pronunciation of some words, etc.) that learners could encounter.
There are several ways songs can support practicing these problems. Students should be exposed to authentic language as much as possible in order to strengthen their ability to understand it.
Connected speech is the way English is usually spoken, but unfortunately not always in English lessons. "Many learners are accustomed to hearing a very careful, clear pronunciation of words, such as native speakers might use when talking very emphatically or saying words in isolation" (Rixon, 1986:38). However, native speakers usually connect the words, and when the "words are used in a connected natural utterance, some of their sounds are different to those used in very careful speech, and they may become harder for learners to recognize" (Rixon 1986: 39). Songs help learners practice the described subject matters because they "provide rea! and 'catchy' examples of how whole phrases are pronounced often to the extent that students find it difficult to pick out individuai words. The music further emphasizes the 'flow' of the words. Moreover, songs, like other spoken texts, are full of contractions" (Rixon 1986: 39).
F or learners of English certain sounds may be difficult to pick out because they do not exist in their mother tongue. In this respect, songs can help learners because "the rhymes in songs provide listeners with repetition of similar sounds, and when the students choose to listen to songs time and again, they are indirectly exposing them to these sounds", repeating them, getting better at recognizing them, and finally producing them.
Songs have a very important role for teachers and students because, as Varela (2003) signals, songs develop ali the linguistic abilities and put into function both the cerebral hemispheres. This author remarks that songs can be used to:
- teach vocabulary
- practice pronunciation
- correct common mistakes
- stimulate the debate in the classroom
- teach culture and civilization
- show the linguistic varieties of the language
- encourage creativity
- develop the listening and reading comprehension
- develop the oral and written expression
- review morpho-syntactical aspects
- motivate students to learn the foreign language
- develop the rhythmic and musical sense
Therefore, ali authors agree that songs are of great educational value for their importance in both the cognitive and emotional development of people, being a source of stimulation in any learning process. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Auxiliary tools in English teaching: ''pop'' songs

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Gilberto Villani
  Tipo: Tesi di Master
Master in Máster Universitario en Formación del Profesorado de Educación Secundaria Obligatoria y Bachillerato, Formación Profesional y Enseñanzas de Idiomas
Anno: 2015
Docente/Relatore: Trinidad Guzmán González
Istituito da: Universidad de León
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 44

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

madonna
english
language
education
task-based approach
teaching
languages
songs
pop songs
official language school

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi