Skip to content

E-book: progetto e realizzazione di libri in formato digitale

Come cambia la scuola

La circolare n° 18 del 9 febbraio 20125 rappresenta una svolta significativa nel settore educativo nei confronti del digitale. Infatti, prevede che a partire dall'anno scolastico 2012-2013 i libri di testo dovranno essere disponibili esclusivamente in duplice forma, quindi non solo cartacei ma obbligatoriamente anche in formato elettronico scaricabile da internet. Gli e-book nelle scuole dunque diverranno una risorsa parificata alla versione cartacea e i docenti non potranno più adottare testi disponibili esclusivamente in formato analogico. Gli e-book introdotti nelle scuole dovranno essere realizzati in modo coerente con l'opera cartacea corrispondente, subire aggiornamenti periodici, consultabili da qualsiasi tipo di computer, anche off-line, e ottimizzati per Lavagne Interattive Multimediali (LIM). La circolare non prevede un'abolizione dei libri di carta, ma che di questi venga proposta anche la versione digitale. I vantaggi sono evidenti: oltre ad uno zaino potenzialmente più leggero, è previsto un congruente risparmio per le famiglie (il giro d'affari dei manuali è di circa 649 milioni di euro all'anno, quasi il 20% di tutto il mercato editoriale); ma la considerazione più importante riguarda la possibilità di aggiornare i testi in qualunque momento, garantendo lezioni sempre up-to-date. Anche gli stessi insegnanti potrebbero cimentarsi nella creazione di contenuti delle proprie discipline, per poi eventualmente venderle agli alunni. Il Miur ha palesato la possibilità di eventuali incentivi per le classi affinché sia favorito il passaggio agli e-book, mettendo a disposizione dei fondi che saranno utilizzati dalle scuole che aderiranno all'iniziativa per l'acquisto di tablet o pc portatili da dare in comodato d'uso agli studenti.
Le case editrici però ancora tentennano, sostenendo che "non si può passare all'improvviso dall'analogico al digitale" - quando è da anni che si parla di digitale scuola -, forse nel tentativo di difendere le proprie rendite in ambito di testi per scolastici. Questo, unitamente al fatto che in tempo di crisi e di tagli, la maggior parte delle scuole non ha i mezzi per dotarsi degli strumenti necessari, rende la progressiva adozione degli e-book nelle scuole italiane ancora una sorta di leggenda metropolitana. Con, al momento, rare eccezioni: si è aperto il bando di "Generazione Web Lombardia" che mette 8,5 milioni di euro (4 milioni del Miur e 4,5 dalla Regione Lombardia) a disposizione di 1.000 classi lombarde per adottare strumenti tecnologici per le lezioni. O ancora, qualche sporadico progetto pilota come quello di un liceo di Bergamo6, in cui si è provato a sostituire libri e quaderni con degli iPad.
Anche nelle università italiane l'e-book come strumento di studio è ancora una meta lontana, e secondo un'indagine AIE7, nemmeno troppo desiderata: per quanto parliamo sicuramente di una generazione all'insegna della tecnologia, questa è a tutt'oggi solo un'integrazione ai tradizionali libri cartacei: solo il 19,9% usa e-book. Pochissimi inoltre dispongono di un e-book reader, mentre quasi tutti (il 99,5%) usufruiscono del computer e di testi reperiti online: ma il monitor non è esattamente l'ideale per lo studio. Il 60,6% degli studenti infatti, usa il digitale per accedere ai contenuti, ma poi preferisce stamparli. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

E-book: progetto e realizzazione di libri in formato digitale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ginevra Harper
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lingue nella Società dell'Informazione
  Relatore: Luigi Laura
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi