Skip to content

Test di genotossicità in Vicia Faba su sedimenti dei torrenti nella Valdinievole

Biomonitoraggio e test di genotossicità

Lo studio degli effetti dell’inquinamento sugli organismi è nato dalla constatazione che i danni alle componenti biotiche dell’ecosistema si traducono in ultima analisi in costi sociali e sanitari. Il monitoraggio ambientale diretto, ottenuto misurando la concentrazione di inquinanti nelle matrici abiotiche degli ecosistemi, ha una validità limitata, perché spesso la quantità delle sostanze si rileva non disponibile per gli organismi, anche se presente in fase abiotica, biodisponibilità, inoltre la concentrazione è spesso estremamente fluttuante, variabilità; nasce dunque l’esigenza di un monitoraggio ambientale, che utilizzi come sensori gli stessi organismi, chiamati bioindicatori, con il vantaggio di misurare la risposta, sia essa morfologica, biochimica, genetica, fisiologica o comportamentale, per diagnosticare l’esposizione ad una certa classe di inquinanti in un determinato habitat.

Mentre la tossicologia classica si limita a valutare la pericolosità di un solo composto per la salute umana, l’ecotossicologia ha come obbiettivi: definire tossicità acuta o cronica, studiare i fenomeni d’ingresso, accumulo e diffusione nelle catene trofiche, definire livelli ammissibili di emissione, diagnosticare in tempo utile il verificarsi di fenomeni di inquinamento. “L’ecotossicologia è quindi una disciplina di frontiera tra ecologia, farmacologia e chimica ambientale” (Chelazzi et al., 2004).

Il rilevamento del potenziale genotossico di contaminanti introdotti nell’ambiente, cioê la capacità di indurre alterazioni alla molecola di DNA, detto “danno primario”, e di quello mutageno, rappresentano un importante strumento per la tutela della salute umana. La conversione del danno primario in mutazione, attraverso la replicazione del DNA, e/o processi riparativi, possono scatenare gli eventi iniziali della trasformazione neoplastica, che rappresenta il principale pericolo degli ambienti inquinati da mutageni.

Uno dei test di mutagenesi, adottato in ecotossicologia, più importante ed efficace è il Test dei Micronuclei (MNtest), che valuta il potenziale mutageno di contaminanti presenti in corpi d’acqua inquinati, utilizzando direttamente un organismo bioindicatore.
Con il Test dei Micronuclei si rivelano sia gli effetti clastogeni, i quali producono rotture alla doppia elica di DNA, sia quelli aneugeni, che inducono mal-distribuzione cromosomica e aneuploidia (Withe & Claxton, 2004).

Grazie alla sua elevata sensibilità e affidabilità, questo test viene eseguito in cellule e tessuti di un gran numero di specie vegetali, tra cui quello usato nello studio: Vicia Faba, particolarmente strategico per la sua reperibilità, basso costo, semplicità di esecuzione. Il test si basa sulla frequenza della formazione di micronuclei in cellule altamente proliferanti. I micronuclei sono dei piccoli nuclei accanto al nucleo principale, visibili in cellule in interfase, derivati da frammenti cromosomici, per assenza del centromero, o perdita di interi cromosomi, per danni funzionali dell’intero fuso mitotico, o disfunzione dell’interazione centromero-cinetocoro e fibre del fuso, durante la divisione cellulare. Tali frammenti saranno esclusi dal processo di segregazione, distribuiti in modo casuale fra le cellule figlie, dove, durante la telofase, formano una membrana nucleare, risultando così un micronucleo.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Test di genotossicità in Vicia Faba su sedimenti dei torrenti nella Valdinievole

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Cuni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze biologiche
  Relatore: Eudes Lanciotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 30

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

inquinamento
acqua
industrializzazione
test
genotossicità
xenobiotici
attività antropiche
risorsa idrica
riversamento
vicia faba

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi