Skip to content

L’analisi tecnica nei mercati valutari: Metodi applicati al cambio Eur/Usd

I market mover USA e gli indicatori economici in area Euro

Menzionando ancora una volta i dati rilasciati dalla BRI, la valuta più diffusa ai nostri giorni a livello globale, è rappresentata dal dollaro statunitense (USD), seguita dall'euro (EUR) e dallo 33 Yen Giapponese (JPY). Per tale ragione le variabili macroeconomiche di maggiore rilevanza nel currency market sono proprio quelle riferite agli Stati Uniti.

Una caratteristica importante sulla correlazione tra dati macroeconomici ed i mercati, è data dal fatto che le due economie si influenzano reciprocamente in modo bidirezionale e non solo unilateralmente. Infatti anche gli avvenimenti di rilievo che coinvolgono i mercati si riflettono sui dati macroeconomici. Gli indicatori economici di maggior rilievo sono in via generale il PIL (prodotto interno lordo), l'inflazione, i dati relativi all'occupazione e la bilancia dei pagamenti.

Vi sono, poi, molti altri indicatori che possono assumere anche maggiore valenza di quelli menzionati, a seconda del peso che essi riflettono sull'economia dell'area geografica di riferimento. Esaminiamo di seguito i principali marker mover statunitensi:

- GDP Gross Domestic Product (PIL), è un aggregato che misura il valore della produzione totale di un'economia, in un determinato arco temporale, riferito a beni e servizi. E'espresso mediante un valore percentuale che misura la variazione rispetto al dato precedente. Se il valore è espresso con segno positivo riflette una crescita economica, mentre se la percentuale è anteposta dal segno meno, si parla di contrazione. Qualora il dato pubblicato si manifesta, quindi, con un valore superiore a quello atteso, è verosimile che questo produca un movimento rialzista della valuta del paese di riferimento. Il dato viene rilasciato dal Ministero del Commercio U.S.A., trimestralmente, nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre, nell'ultimo giorno lavorativo alle ore 14.30 Italiane. Il PIL è considerato, nel forex, il principale indicatore macroeconomico relativo all'analisi fondamentale;

- CPI Consumer Price Index (indice dei prezzi al consumo), è un indicatore che misura la variazione dei prezzi di un certo paniere di beni e servizi rappresentativi. Serve a quantificare le variazioni del costo della vita mediante il calcolo della media ponderata dei prezzi. È considerato tra i più importanti indici per misurare l'inflazione, pertanto un valore superiore alle attese viene recepito come dannoso per l'economia influenzando negativamente il valore della valuta di riferimento. Il dato viene emesso dal Ministero del lavoro U.S.A. ogni 15 del mese alle ore 14.30 Italiane. Ha un impatto molto elevato nei mercati valutari;

- PPI Producer Price Index (indice dei prezzi della produzione), rappresenta la variazione del prezzo dei prodotti, riferita a tutte le fasi della produzione (materie prime, semilavorati e prodotti finiti). La notizia è rilasciata dal Ministero del lavoro U.S.A. a cadenza mensile alle 14.30 Italiane;

- PMI Purchasing Managers' Index (indice dei Responsabili agli acquisti), è rilevato da un'associazione nazionale di categoria in relazione ad un'indagine condotta su 300 industrie circa. L'indice si basa sul un valore di riferimento “50” oltre il quale si determina l'espansione del settore industriale, quando al di sotto una contrazione. La cadenza del dato è mensile alle ore 16.00 Italiane ed ha un impatto molto elevato sul forex. Particolare rilevanza assume l'area di Chicago che emette un PMI riferito solo ad essa (Chicago PMI) con impatto elevato per il mercato;

- Nonfarm Payrolls (libri paga non agricoli), meritano nel forex un'attenzione particolare. Il dato si riferisce al settore occupazionale ed in particolare alla creazione di nuovi posti di lavoro con esclusione del settore agricolo. Alle ore 14.30 Italiane del primo venerdì del mese, davanti ad una piattaforma di trading è possibile assistere quasi sempre ad uno spettacolo grandioso, causato dai forti movimenti generati sulla coppia EUR/USD e dovuti all'alta volatilità di questo market mover.
L'occupazione negli Stati Uniti è considerata uno dei maggiori indicatori dello stato di salute economica. Esistono alcuni investitori che “tradano” solo al rilascio di questo dato il cui impatto è molto elevato. Ciò che è stato affermato poc'anzi è utile alla comprensione di come analoghi indici producano effetti differenti nel mercato a seconda del paese di riferimento. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

L’analisi tecnica nei mercati valutari: Metodi applicati al cambio Eur/Usd

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Damato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: UniCusano - Università degli Studi Niccolò Cusano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Jacopo Carmassi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

trading
analisi tecnica
risk management
mercati valutari
metodi
tecniche
forex
eur/usd
currency market
compravendita valute

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi