Skip to content

Comunicazione e marketing delle imprese agricole - La territorialità come strumento di crescita economica

Le strategie di marketing dell’impresa agricola

Pensare alla propria attività in termini di marketing significa:
1. Comprendere i propri punti di forza, capire quali siano le peculiarità e i valori aggiunti che si hanno (per esempio la coltivazione di una biodiversità particolare da tutelare, l'utilizzo di sole piante amiche per allontanare i parassiti anziché utilizzare pesticidi chimici, organizzazione di workshop particolari, ecc.);
2. Cercare di individuare gli aspetti utili che mancano e che dovranno essere sviluppati;
3. Capire le esigenze dei consumatori;
4. Saper raccontare il proprio lavoro (quindi fare capire per quale motivo, il proprio prodotto è più valido degli altri e dare al cliente tutte le spiegazioni necessarie per incuriosirlo e avvicinarlo all'attività).
L'aspetto più rilevante di un progetto è l'individualizzazione dal target di clientela, perché da questa base si può organizzare tutto il resto, dai canali di vendita alle attività da organizzare.
In base alle proprie capacità e ai propri prodotti si può capire se l'azienda sarà più adatta, per esempio, a servire famiglie o se rivolgersi a realtà più professionali, perché da queste intuizioni si capisce come e cosa comunicare.
L'analisi SWOT permette di pianificare in modo strategico un progetto, evidenziandone le caratteristiche con l'ambiente operativo in cui si colloca, offrendo un quadro di riferimento per la definizione degli orientamenti strategici finalizzati al raggiungimento della propria mission, ragionando sulle variabili esterne e interne all'azienda.
Le variabili interne sono quelle che fanno parte del sistema e sulle quali è possibile intervenire; quelle esterne invece non dipendono dalla ditta, ma possono essere tenute sotto controllo, in modo da limitare i fattori che rischiano di compromettere il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
La SWOT si costruisce tramite una matrice divisa in quattro campi:
- Strengths cioè i punti di forza interni da valorizzare;
Weaknesses sono i punti di debolezza, i limiti da considerare;
- Opportunities ovvero le possibilità che possono creare occasioni di sviluppo;
- Threats ossia tutti i rischi da valutare.
Nei primi due punti gli oggetti in esame sono la comunità, il territorio, il settore di riferimento e l'organizzazione.
La SWOT è semplice e immediata. Indica la direzione da seguire e serve da catalizzatore per elaborare il piano di marketing più indicato, capendo ciò che l'azienda può fare o no, e mettendo in relazione questi fattori con le condizioni ambientali che la favoriscono o minacciano.
Analizzando l'ambito agricolo, dei punti di forza saranno:
- La qualità delle colture e dei prodotti;
- I metodi di coltivazione;
- L'efficienza della gestione (se i costi sono contenuti, questo si rifletterà su prezzi più vantaggiosi per il cliente);
- La posizione dell'azienda (se accessibile e fornito anche da mezzi pubblici);
- Possibilità di aggregarsi con un'altra ditta per creare un prodotto unico (come la collaborazione dell'azienda agricola ligure Zafferano di Rosso ed il negozio genovese Mielaus che hanno creato il miele allo zafferano);
- Capacità di relazionarsi con la clientela
- Attività come workshop, laboratori, attività sportive all'aria aperta come yoga o pilates
- Consegna a domicilio
- Possibilità di preparare piatti d'asporto o da mangiare in loco.
Alcuni punti di debolezza potranno invece essere:
- Scarsa varierà d'offerta;
- Mancanza di personale o poca competenza dello staff;
Qualità del prodotto variabile;
- Volumi di produzione scarsi;
- Localizzazione scomoda;
- Assenza di attività extra come degustazioni o adesione a fiere;
- Mancanza di sito internet e social network.
L'introduzione di nuovi mezzi di comunicazione ha progressivamente cambiato il modo di fare marketing, ma la filosofia di base rimane la stessa, riguarda sempre il rapporto tra impresa e cliente.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Comunicazione e marketing delle imprese agricole - La territorialità come strumento di crescita economica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Noemi Reina
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Mauro Migliavacca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi