Skip to content

L'influenza dei depuratori di Cairate e di Olgiate Olona sulla qualità delle acque del fiume Olona

La strumentazione e i metodi di analisi

Il campionamento costituisce la prima fase di ogni processo analitico che porterà a risultati la cui qualità è strettamente correlata a quella del campione prelevato. Per tale motivo, il campionamento è una fase estremamente complessa e delicata che condiziona i risultati di tutte le operazioni successive e che di conseguenza incide in misura non trascurabile sull’incertezza totale del risultato dell’analisi.
Vi è illustrato qui di seguito (Figura 6.1), come si è svolta la raccolta dati del progetto; per gli impianti seguiti durante il mio lavoro, sono state tralasciate le colonne contrassegnate con M2, O2, FITO, e V2, perché sono campioni che vanno presi solo in caso di sfioratori di piena attivi.
Tali sezioni sono da considerare per avere un confronto dei parametri analizzati prima e dopo lo sfioratore, ma questa eventualità non si è mai verificata.

Con i campioni prelevati si è svolta l'attività analitica di controllo dei parametri:
o chimico-fisici

Cloro libero residuo: dato da individuare nel minor tempo possibile dal prelievo.

La misura di questo parametro è stata effettuata tramite Poket Colorimeter, un colorimetro portatile (Figura 6.2).
Il colorimetro funziona tramite filtri ottici che evidenziano le lunghezze d’onda che il soluto
assorbe maggiormente. La lunghezza d’onda più comune è quella compresa tra i 400 e i 700 nm.
Le cuvette col campione da analizzare vengono inserite e rimosse manualmente.

Suggerimenti per la misura:

• I campioni devono essere analizzati immediatamente e non possono essere preservati per successive analisi.
• Per ottenere migliori risultati, dedicare un set di cuvette ad ogni test.

1. Riempire una cuvetta circolare con 10 mL di campione (il bianco). Tappare la cuvetta.
2. Accendere lo strumento premendo il tasto POWER.
3. Pulire la cuvetta contenente il bianco e metterlo nel supporto cuvetta. La marcatura deve essere rivolta verso l’operatore. Chiudere lo strumento con il coperchio.
4. Premere il tasto ZERO/SCROLL il display visualizzerà: - - - - e quindi 0.00. Togliere il bianco dal supporto cuvetta.
5. Riempire un'altra cuvetta circolare con 10 mL di campione (il campione preparato).
6. Aggiungere alla cuvetta circolare il contenuto di una DPD Free Chlorine Powder Pillow o DPD Total Chlorine Powder Pillow (il campione preparato).
7. Tappare e ruotare la cuvetta per 20 secondi per miscelare. Dopo l'aggiunta del reagente, se è presente del cloro, si svilupperà una colorazione rosa.
8. Per il cloro libero pulire la cuvetta campione preparata e metterlo nel supporto cuvetta. Eseguire il punto 9 entro 1 minuto dall’aggiunta della DPD Free Chlorine Powder Pillow.
9. Chiudere lo strumento con il coperchio e premere il tasto READ/ENTER il display visualizzerà: - - - - e quindi mg/L Cl2.

Temperatura: parametro da misurare nel minor tempo possibile. La misura è stata effettuata tramite l’ossimetro, uno strumento digitale principalmente usato per la misura dell’ossigeno disciolto, ma dotato anche di termometro.

Ossigeno Disciolto (OD): Il sistema di misura è composto da uno strumento, l’ossimetro, e da una sonda polarografica del tipo Clark, che è la parte più importante e delicata del sistema. La sonda porta un anodo in argento avvolto da un cavo di platino che funge da catodo, entrambi immersi in una soluzione di cloruro di potassio (KCl) in un cappuccio che presenta sul fondo una membrana in Teflon, permeabile ai gas, ed in particolare all’ossigeno presente nella soluzione in cui viene immerso l’elettrodo. L’ossigeno dell'acqua diffonde attraverso la membrana nell’elettrolita e applicando una tensione di 790mV, viene ridotto a ione idrossile (OH•) al catodo mentre all’anodo si deposita cloruro d’argento (AgCl) (Figura 6.3).
[…]

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'influenza dei depuratori di Cairate e di Olgiate Olona sulla qualità delle acque del fiume Olona

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Maruelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi dell'Insubria
  Facoltà: Ingegneria per la sicurezza del lavoro e dell'ambiente
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Vincenzo Torretta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fiume
varese
e.coli
depuratore
olona
cairate

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi