Skip to content

La Green Economy e il ruolo delle organizzazioni non governative. Il caso IUCN

L’affermazione della Corporation 2020 e della green economy

"Paradoxically, at precisely the time when capitalism finds itself with no social competitors - its former competitors, socialism or communism, having died - it will have to undergo a profound metamorphosis"(Thurow, 1966).

Dunque se il capitalismo è il solo sistema economico praticabile nel mondo sviluppato, la metamorfosi di cui Thurow parlava già molti anni fa ci impone di rendere il capitalismo più sostenibile, ossia più socialmente consapevole e più responsabile verso l'ambiente. (Birch, 2003)

Questo è il motivo per cui negli ultimi anni stiamo assistendo a una maggiore mobilitazione, da parte sia dei governi che della società civile e dei gruppi di imprese, affinché il capitalismo contemporaneo diventi più responsabile, etico, trasparente ed equo, in un'unica parola più sostenibile.
Ragionando in termini di business, questa trasformazione non deve avvenire solo sul fronte economico, ma deve riguardare diverse dimensioni, tra cui quella sociale e quella ambientale. Si tratta della "Triple Bottom Line" di John Elkington, fondata sui tre obiettivi di prosperità economica, qualità ambientale e giustizia sociale, al fine di garantire un futuro sostenibile.

Come sostiene David C Korten, nel suo libro del 1995, al fine di raggiungere l'obiettivo della sostenibilità e del maggior benessere per la collettività, dobbiamo "liberarci dall'ossessione per la crescita e ristrutturare i rapporti economici concentrandoci su due priorità: bilanciare l'uso dell'ambiente con le capacità rigenerative degli ecosistemi, e allocare il capitale naturale disponibile, in modo da garantire che tutte le persone abbiano la possibilità di soddisfare i loro bisogni fisici e di perseguire il loro sviluppo sociale, culturale, intellettuale e spirituale". (Korten, 1995,1999)

Tuttavia, nonostante sia ormai forte la consapevolezza della necessità di ridisegnare l'impresa per renderla pronta per il futuro, la sfida da affrontare è particolarmente complessa.
Le misure più comunemente citate consistono nel ridurre i sussidi, nell'introdurre tasse ed incentivi al fine di favorire investimenti "verdi", nel limitare il ricorso alla leva finanziaria e introdurre disposizioni che allineino gli interessi delle imprese con gli obiettivi sociali. In merito a quest'ultimo punto, voglio riportare quanto affermato da J.N. Tata, industriale e fondatore di Tata Group: "in una società libera, la comunità non è solo un altro stakeholder dell'impresa, ma in realtà, è il vero scopo della sua esistenza"(Sukhdev, 2012, p.191).
Secondo l'iniziativa Corporation 20/20 dell'istituto Tellus, il primo principio da tenere in considerazione per riprogettare l'azienda è che l'impresa privata dovrebbe essere sfruttata per il bene pubblico.

Tale concetto è stato ripreso da Pavan Sukhdev nel suo libro "Corporation 2020", e posto alla base dell'elaborazione di un nuovo DNA per l'azienda.
La nuova impresa di Sukhdev deve avere le seguenti quattro caratteristiche:
• obiettivi strettamente allineati con quelli della società;
• una visione dell'impresa come fonte di capitale;
• una comprensione del ruolo dell'impresa come comunità;
• un impegno nello sviluppo dell'impresa come laboratorio di apprendimento.

Per quanto riguarda il primo punto, l'autore sostiene che gli obiettivi dell'impresa del 2020 devono coincidere con gli obiettivi della società umana: un aumento del benessere umano, una maggiore equità sociale e minori rischi ambientali. La "Corporation 2020" è un tipo di società evoluta in grado di sopravvivere e avere successo perché capace di generare un valore aggiunto. Riassumendo, come affermato da David Linowes, la società dipende dalle imprese, ma a loro volta le imprese sono strettamente dipendenti dalla società. (Birch,2003)

La seconda caratteristica è che l'impresa del futuro non deve essere soltanto una fabbrica di beni e servizi, ma anche di capitale. Nello specifico, deve creare capitale finanziario senza però distruggere il capitale naturale, sociale e umano. Solo le imprese che agiranno in questo modo saranno ricompensate da sgravi fiscali, incentivi, impegno da parte dei lavoratori, e fedeltà dei clienti.

La perdita, in tutto il mondo, del senso di comunità, è il risultato tangibile dell'attuale modello economico. Al contrario la "Corporation 2020" può essere una comunità moderna, legata da una cultura condivisa, fondata su valori, missioni, obiettivi e governance simili. Essa può ricreare quel senso di appartenenza che è stato perso a causa delle forze della modernizzazione e della globalizzazione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La Green Economy e il ruolo delle organizzazioni non governative. Il caso IUCN

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Vanessa Oggionni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Gianpaolo Baronchelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 86

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi