Skip to content

Il Rent to buy immobiliare

L'attuale utilizzo del Rent to buy nelle zone macroeconomiche Italiane

L'analisi macroeconomica del territorio italiano sull'utilizzo di questo nuovo strumento di compravendita ha l'intento di provare ad ancorare le disomogenee caratteristiche geoeconomiche nazionali della popolazione attiva nelle compravendite immobiliari a fattori noti legati alla tipologia di immobili offerti.
Più precisamente i dati da interpretare saranno quelli legati alla percentuale d‘offerta immobiliare con questo strumento/formula in differenti città del territorio italiano; la concentrazione d'uso del Rent to buy nelle diverse aree analizzate offrirà un quadro disomogeneo a seconda della localizzazione presa in considerazione.
Nelle conclusioni raggiunte si è tenuto conto che il vero utilizzo dello strumento Rent to buy è stato possibile solo dopo l'introduzione della norma 122 /2014 e per questo l'arco temporale quadrimestrale che si è potuto considerare per la ricerca statistica è da considerarsi modesto ed andrà integrato con dati più completi in un orizzonte temporale più lungo.
Analizzando i dati, il risultato che emerge e su cui riflettere appare essere la difficoltà sistemica legata all'introduzione di un nuovo concetto contrattuale nel tessuto economico e politico italiano che si traduce in un gap tra le varie aree considerate.
La sola introduzione normativa infatti non riesce a soddisfare in modo uniforme le esigenze disomogenee delle aree economiche italiane, divise sia territorialmente che economicamente tra nord, centro, sud e isole.
L'antica e annosa questione delle differenze economiche territoriali appare evidente anche nei differenti effetti di un'introduzione normativa. I tempi di risposta a nuovi incentivi introdotti dallo Stato sono differenti tra le varie economie locali e questo anche a causa della disomogenea struttura degli organi a sostegno dell'attuabilità di una nuova normativa.
Da un lato, sembra quindi essere sufficiente ed efficace la sola possibilità legislativa e contrattuale a sviluppare nuovi accordi tra le parti nei contesti in cui la velocità e i ritmi dell‘economia sono già notoriamente elevati (città di Milano), appare invece evidente che per riuscire ad apportare benefici in territori dove l'economia è più lenta la solo introduzione normativa non basta. La politica più efficiente in tal caso sarebbe quella di predisporre norme omogenee sul territorio nazionale ma attraverso strumenti applicativi differenti grazie al sostegno di enti o di associazioni professionali locali.
Altro aspetto che può considerarsi come spunto interpretativo di quanto emerso è quello legato alle differenti psicologie comportamentale dei venditori e dell'acquirenti nei diversi contesti territoriali italiani. Il territorio nazionale appare differenziarsi, infatti, anche sotto il profilo delle abitudini economiche e culturali; a giustificazione di un'economia più vivace come quella della prime location milanese corrisponde una popolazione attiva e più orientata al consumo e all'investimento immobiliare. In questo tipo di contesto è, in molti casi, proprio l'esigenza abitativa di una popolazione lavorativa in crescita a determinare questo virtuosismo. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il Rent to buy immobiliare

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano Merola
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master Economia e Gestione Immobiliare
Anno: 2015
Docente/Relatore: Roberto Cafferata
Istituito da: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 96

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

manuale
immobiliare
real estate
credit crunch
rent to buy
affitto con riscatto
crisi immobiliare
help to buy
costruttori
www.rentobuy.it

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi