Skip to content

Il caso della "Caccia alla balena nell'Antartico" alla luce della giurisprudenza internazionale

Il programma scientifico di caccia JARPA II: contenuti ed obiettivi

JARPA II è un programma di ricerca a lungo termine; non ha una data specifica di cessazione in quanto il suo obiettivo primario richiede un programma di ricerca continuativo. È strutturato in fasi di sei anni, al termine di ognuna delle quali, i dati ed i risultati raccolti sono analizzati ed utilizzati come parametri di revisione del programma stesso.

Come anticipato, l’obiettivo primario è il monitoraggio dell’ecosistema dell'Oceano Antartico.

Nel secondo obiettivo, JARPA II si propone di sperimentare l’ipotesi che riguarda la competizione fra specie che si nutrono del “krill”: un sovrasfruttamento di determinate specie, fra le quali balenottere comuni e megattere, permetterebbe un surplus di krill necessario al mantenimento delle balenottere minori il cui numero, sempre secondo l’ipotesi, potrebbe decrescere nelle condizioni attuali.

Il terzo obiettivo concerne lo studio delle variazioni spazio-temporali degli stocks.

Il quarto obiettivo è quello di procedere all’attuazione di un piano di gestione degli stocks di balenottere minori costruito sui risultati dei precedenti tre obiettivi.

Il Giappone ha dichiarato che l’uso di metodi letali è essenziale per la realizzazione dei primi due obiettivi, e che gli esemplari uccisi in relazione ad essi sono funzionali anche al raggiungimento del terzo obiettivo unitamente all’uso di tecniche non letali come la biopsia.

Da ciò si evince che l’uccisione di balene sia centrale in JARPA II: i primi due obiettivi, sostengono le autorità giapponesi, possono essere realizzati solo disponendo degli organi interni dei cetacei, soprattutto riguardo alle balenottere minori. I metodi non letali, invece, procurerebbero dati di dubbia affidabilità ed hanno una funzione sussidiaria e residuale.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il caso della "Caccia alla balena nell'Antartico" alla luce della giurisprudenza internazionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gerardo Palumbo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Carlo Curti Gialdino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto internazionale
corte internazionale di giustizia
nuova zelanda
c.i.g.
caccia alla balena
controversia australia v. giappone
intervento di un terzo in un procedimento
curti gialdino

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi