Skip to content

Evoluzione del Viral Marketing e della Narrazione nella Comunicazione: strumenti, strategie e contenuti

Il futuro : la Narrazione subliminale

Esiste un metodo per coniugare entrambe le cose, cioè per avere un “insider” che ti faccia avere facilmente delle illuminanti “insight”: i cookies. Questa è davvero una rivisitazione della vecchia e storica “cimice”, quello strumento utilizzato per ascoltare le discussioni tra ricercati o tra mafiosi da parte dei corpi di polizia.

Tecnicamente è un’oggetto innocuo, un semplice “biscotto” come dice il vocabolo tradotto dall’inglese ma in realtà è uno strumento fondamentale per i marketers ed in market researchers. Un file di dimensioni quasi nulle, viene rilasciato da ogni sito web che si visita e viene depositato nel nostro computer, (oggigiorno appare un banner nel 90% dei siti in cui navighiamo) con una semplice ed innocua domanda, ed a sua volta “traccia” tutte la pagine in cui andiamo in modo da spiare quali sono le nostre preferenze, i nostri bisogni e quindi i nostri interessi.

Il tutto è palese, serve capire in questo marasma di competitors che la società globale presenta, quali sono i veri “needs” dei consumatori finali e soprattutto come si comportano durante l’utilizzo di tali beni o servizi. Tutte queste sono appunto informazioni preziose come diamanti da una miniera per le aziende che si occupano di ricerca e poi successivamente per le aziende che si vogliono affacciare sul mercato , mettendo la mano in tasca ed utilizzando il budget destinato alla sezione di bilancio : “ricerca & sviluppo”. Informazioni rilasciate in maniera indiretta appunto come sopraintitolato perché l’utente non è consapevole di essere controllato, una sorta di “big brother” delle abitudini telematiche, strumenti e strategie queste di altissimi livelli senza discussione che tutti i colossi multimediali come Facebook,e Google stessa, stanno mettendo all’opera per tracciare e scoprire come gira il mondo.

Ma la più grande tipologia di misurazione che sta avvenendo e che ogni giorno si sta specializzando sempre più ,è quella del tipo di “device” utilizzato : si deve capire insomma qual è il modo in cui gli utenti navigano, se con lo smartphone, col tablet o col pc direttamente. Le statistiche e gli esperti prevedono che nei prossimi anni assisteremo ad un’evoluzione del marketing e dello storytelling in maniera eclatante, perché assisteremo innanzitutto ad un evoluzione della rete globale come è intesa oggi.

Cambierà il modo di navigare perché ci stiamo avvicinando all’era del c.d. “IoT” che è un neologismo riferito all'estensione al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Introdotto da Kevin Ashton, co-fondatore e direttore esecutivo di Auto-ID Center, acronimo che sta per l’Internet delle cose, cioè degli oggetti che parleranno di sé e raccoglieranno dati sensibili per aiutare l’utente/utilizzatore e per trasmettere a sua volta con altri utenti in altre parti del mondo.

Il futuro insomma viaggia in quest’ottica e , cosa molto interessante, viaggia in parallelo con il nostro attuale e frequentatissimo internet semantico, cioè dei significati.

Adesso si che possiamo dire che è cambiato e sta cambiando il modo di comunicare, il modo di narrare e quindi il modo di comprare e vendere a sua volta : saranno gli oggetti stessi a narrare per noi, saranno le cose a raccontarci le storie, a darci le “dritte” giuste e ad indicarci la via giusta , ma non come un semplice navigatore satellitare installato in macchina ma come un “grillo parlante” che sa come e quando dire la cosa giusta al momento giusto : il frigorifero ci ricorderà quando un cibo sta per scadere, l’orologio ci conterà i passi della passeggiata che ci siamo fatti con il nostro animale domestico, il forno ci dirà quando è pronta la pizza o la torta e la televisione quando è in onda il nostro programma preferito si accenderà… insomma ci aspetta un bel futuro. Un futuro di novità senz’altro, ma non sicuramente di sano impatto sulla nostra vita sociale , perché come già abbiamo accennato il progresso è inevitabile e giusto, è il suo effetto sulla nostra vita che ci sfugge dal controllo e che ahimè nella maggioranza dei casi crea danni.

Come è vero che comunichiamo di più con la nostra sola presenza e quindi a prescindere dal discorso verbale o multimediale in sè è anche vero che procedendo in questa strada comunicheremo di più con i gesti e con le nostre azioni, cosa che già grandi colossi multinazionali sanno e stanno monitorando per i loro interessi economici e commerciali.
Il punto è : “Siamo consapevoli che ormai sappiamo tutto di tutti e che allo stesso modo gli altri sapranno tutto di noi anche se non rientra nei nostri piani ?!

Questo brano è tratto dalla tesi:

Evoluzione del Viral Marketing e della Narrazione nella Comunicazione: strumenti, strategie e contenuti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Genovese
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università Telematica Niccolò Cusano - UNICUSANO - Roma
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Mario Risso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi