Skip to content

The biggest banking leak in history: analisi linguistico discorsiva della stampa internazionale e della strategia di comunicazione della banca HSBC nel contesto dello scandalo Swiss Leaks

La componente multimediale

In conclusione è necessario analizzare la dimensione audiovisiva degli articoli, che, come si è illustrato nell’introduzione, è caratteristica peculiare del giornalismo online. In otto articoli su dieci compare un video della durata di 3:36 minuti dove una voce narrante maschile illustra gli eventi principali che hanno portato alla scoperta dello scandalo HSBC – quindi il ruolo di Falciani e la decisione del governo francese di diffondere i dati – e successivamente spiega le diverse modalità adottate dai clienti della banca per eludere o evadere il fisco nei propri Paesi. Questo video ha una funzione prettamente esplicativa, infatti comunica delle informazioni di base connesse allo scandalo e spiega alcuni concetti di carattere fiscale che sarebbero di difficile comprensione per un lettore non esperto in materia.

Oltre al video ci sono anche due schemi interattivi. Il primo, presente in G09/02/15a, è una ricostruzione grafica interattiva delle transazioni di denaro contante effettuate dalla banca nell’anno 2005 e vengono forniti dei dati dove si illustra l’ammontare delle transazioni per ciascun cliente. L’altro schema è costruito per spiegare più dettagliatamente al lettore la differenza tra azioni finanziarie che conducono all’elusione fiscale e che quindi sono considerate legali e quelle che invece conducono all’evasione fiscale e che perciò sono illecite. La particolarità di questo schema è che prevede l’azione diretta del lettore: vengono presentate delle domande con una scelta di risposte prestabilita e a seconda delle risposte che il lettore sceglie gliene vengono presentate altre e così via, fino alla fine della spiegazione. È una sorta di ragionamento guidato che permette anche a chi ha poche conoscenze di materia fiscale di capire cosa sia legale e cosa no quando si possiede un conto bancario estero. Il video e gli schemi, uniti alle immagini che compaiono frequentemente negli articoli, aumentano anch’essi il valore argomentativo delle informazioni fornite dal periodico.

Nell’articolo G09/02/15, che illustra il caso di Richard Caring, proprietario del famoso ristorante Ivy di Londra e implicato nel caso HSBC, ci sono quattro immagini piuttosto significative. In una viene ritratto mentre posa per la macchina fotografica con un sorriso smagliante; la seconda mostra l’edificio dove si trova il suo ristorante; la terza ritrae Caring con Bill Clinton e Philip Green vestiti a festa ad un evento di beneficienza organizzato dal ristoratore e l’ultima mostra la sfarzosa villa di Caring a Londra. Vi è un contrasto molto forte tra ciò che viene esposto nell’articolo – ovvero le manovre finanziarie illegali di Caring organizzate con la HSBC – e l’immagine di positività e ricchezza illustrate nelle foto. Questo contrasto possiede un forte valore argomentativo perché persuade il lettore a rivalutare l’immagine di Caring prendendo in considerazione le rivelazioni del periodico sul caso Swiss Leaks.

Un’altra immagine significativa compare nell’articolo G08/02/15b, dove la sede della HSBC di Ginevra viene raffigurata con toni molto oscuri e soverchiata da nuvoloni neri che incombono sulla sua insegna. Il colore scuro dell’immagine e i toni molto cupi sono stati scelti probabilmente per raffigurare la natura delittuosa della banca e soprattutto dei suoi dipendenti, le cui azioni disoneste vengono illustrate nel testo dell’articolo. Considerando che nell’immaginario culturale occidentale i colori chiari sono connessi ad un’immagine di positività e quelli scuri a tutto ciò che si considera negativo, l’effetto dell’immagine sul pubblico è senza dubbio significativo.

In luce degli elementi considerati fino ad ora nella presente analisi si può concludere affermando che gli elementi più importanti emersi dall’analisi sono in primo luogo l’immagine della HSBC, che viene presentata come principale responsabile dello scandalo. Di essa infatti viene data una visione profondamente negativa sottolineata anche dalle fotografie presenti negli articoli. Secondariamente, il ruolo dei clienti in merito alle manovre illegali viene considerato secondario rispetto a quello della banca e non viene dato molto spazio informativo al ruolo delle autorità fiscali, sebbene siano dei soggetti importanti della vicenda. Infine tutti gli articoli presentano un valore argomentativo molto alto che, insieme alla presenza di frasi dichiarative assertive, numerose fonti e dati numerici operano sul lettore un effetto persuasivo considerevole.

Questo brano è tratto dalla tesi:

The biggest banking leak in history: analisi linguistico discorsiva della stampa internazionale e della strategia di comunicazione della banca HSBC nel contesto dello scandalo Swiss Leaks

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Franzolini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Paola Catenaccio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 271

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giornalismo
discorso
swiss
guardian
hsbc
falciani
confidencial
telegraph
analisi quantitativa
qualitativa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi