Skip to content

Accesso alla cultura e nuove generazioni. Attività e percorsi rivolti a bambini e ragazzi nel settore museale e teatrale

Le mostre o esposizioni temporanee

L’ICOM (International Council of Museums) definisce un’esposizione temporanea, o mostra: “un allestimento di materiali di proprietà o in prestito per un periodo limitato di tempo e normalmente con un tema specifico”.

Il fenomeno delle mostre ha avuto un’esplosione negli anni Settanta e a questo successo hanno contribuito in modo determinante i mezzi di comunicazione, che sono e sono stati formidabili amplificatori. Le esposizioni temporanee o mostre sono spesso usate dai musei come mezzo di richiamo e promozione per avvicinare diversi target di pubblico. “In questi ultimi anni si è confermato il notevole successo delle mostre temporanee, in grado di attrarre il pubblico offrendo proposte culturali circoscritte e particolarmente orientate alla comunicazione”.

In questa sede ci si limiterà a elencare le mostre ideate e realizzate per i bambini, il loro scopo e l’importanza di questo tipo di allestimenti per il pubblico infantile e adolescenziale. Anche per le mostre è necessario sottolineare la rilevanza dell’educazione alla cultura delle nuove generazioni per stimolare una maggiore frequentazione di questi ambienti.

Infatti “Dalla letteratura emerge che l’educazione è la variabile che maggiormente influenza la crescita della domanda, anche se risultano poco verificate le ragioni. L’importanza del fattore educativo nel consumo di prodotti artistici non riguarda solo eventuali vantaggi di natura monetaria per le organizzazioni culturali: anche astraendo da potenziali finalità altruistiche o sociali, ancora più rilevante è l’opportunità di formare un pubblico competente e fedele, disposto a pagare perché in grado di riconoscere e di saper godere di un prodotto qualitativamente superiore”.

Di seguito verranno descritte alcune tra le mostre per bambini più quotate in Italia e all’estero. Prima tuttavia è necessaria una breve spiegazione per motivare le scelte fatte in questo capitolo.

Si è deciso di analizzare le mostre di MUBA (Museo dei Bambini di Milano) perché, pur essendo un Museo dei bambini con la stessa mission e i medesimi obiettivi di questi, esso si caratterizza nel panorama museale per le sue mostre o esposizioni temporanee itineranti che vengono ospitate in importanti sedi come la Triennale di Milano, il Palazzo Esposizioni di Roma e vari musei italiani e stranieri, dato che il MUBA, ad oggi, non possiede una sede definitiva.

Per questi motivi si è ritenuto importante scindere l’aspetto del museo da quello delle mostre. Verrà anche approfondita la mostra di Reggio Children “I Cento Linguaggi dei Bambini” che, nonostante faccia parte delle realtà sul territorio emiliano, è stata introdotta in questo capitolo proprio per le sue particolarità.

Infine, come è stato già detto precedentemente, si è ritenuto importante dividere le attività del museo dalle mostre temporanee che vengono proposte nel Museo dei Bambini di Roma EXPLORA e nel Musée en Herbe di Parigi.

La ragione che ha portato a questa decisione sta nel fatto che EXPLORA, annualmente, a differenza di altri Musei dei Bambini, programma e offre una mostra temporanea su un tema specifico solitamente affiancata da una mostra fotografica sull’argomento.

Per quanto riguarda il Musée en Herbe di Parigi l’obiettivo è quello di far sentire il bambino a suo agio in una mostra d’arte attraverso specifiche tecniche, sorprese e linguaggi che saranno spiegati successivamente.

L’obiettivo è dunque quello di fornire una gamma di esperienze selezionate per poter giungere a comprendere cosa oggi si fa in ambito espositivo e laboratoriale, per i bambini e con i bambini.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Accesso alla cultura e nuove generazioni. Attività e percorsi rivolti a bambini e ragazzi nel settore museale e teatrale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura De Pietri
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Lingue per la promozione di Attività Culturali
  Relatore: Stefania Saltini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi