Skip to content

Made in Eataly: radici storiche, brand e qualità

Critiche e perplessità sul mondo Eataly

Le strategie adottate fino a ora dall'azienda sono state di grande successo, sia per quanto riguarda la comunicazione e la scelta del format, sia per l'organizzazione interna. Dal patto con Slow Food di Carlo Petrini, per garantire la diffusione di una cultura di consumo e l'istruzione del consumatore fino alle decisioni comunicative e pubblicitarie, le iniziative di Eataly hanno avuto sempre un grande riscontro mediatico.

Le varie aperture dei punti vendita sono state apprezzate dall'opinione pubblica, in particolare "la funzione da ambasciatore" del made in Italy ha sempre, o quasi, condizionato i giudizi sull'operato dello store di Farinetti. Infatti, in seguito alle varie partnership e collaborazioni che Eataly ha sviluppato dal 2007 ad oggi i prodotti a marchio Eataly sono diventati sinonimo di top brand, alta qualità e italianità.

Tuttavia, sono numerose le critiche rivolte all'azienda. Al coro dei non entusiasmati dall'operato di Eataly si è aggiunto Adriano Celentano. Il cantante ha pubblicamente affermato che la "funzione didattica" e di "ambasciatore del made in Italy" di Eataly è "solo una facciata per riempire le tasche di Farinetti". Nel dicembre 2013 Tommaso Montanari, professore universitario di Storia dell'arte, criticò la «strumentalizzazione» di Firenze e del Rinascimento, realizzatasi a suo dire nel punto vendita fiorentino di Eataly. "Quello che conta è il packaging, la confezione. Che è capace di venderti tutto, perfino il Rinascimento ai fiorentini", scrisse nel suo blog su Il Fatto Quotidiano.

Uno dei principali temi ai quali Eataly presta il fianco è sicuramento quello dei prezzi, spesso non propriamente sostenibili o adeguati al servizio offerto, come ha insinuato il reportage di Agrette Sauvage.

Ulteriore fronte di critiche rivolte ad Eataly è stata la partecipazione ad Expo 2015: Eataly è presente all'esposizione universale 2015 di Milano con due padiglioni da 4.000 metri quadrati ciascuno, in cui funzioneranno 20 ristoranti, uno per regione italiana. Oltre a servire circa 2,2 milioni di pasti, Eataly si avvarrà della collaborazione dell'Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo per contribuire allo sviluppo degli argomenti cardine dell'Esposizione Universale e si dedicherà alla definizione di un ambiente scenograficamente attraente e coinvolgente per il pubblico. "L'esperienza di Eataly nel settore della gastronomia è uno dei migliori biglietti da visita con cui possiamo presentare il nostro Paese durante l'Esposizione Universale" […], così Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo spa ha presentato il progetto firmato da Eataly. Sono state numerose le critiche rivolte ad Eataly sull'acquisizione di questi padiglioni, assegnati senza gara d'appalto. In particolare la polemica è sorta in seguito alle affermazioni di Giuseppe Sala che ha detto: "Possiamo non fare una gara quando c'è unicità. E dal nostro punto di vista Eataly è unico", con riferimento al fatto che si trattasse di un brand di fama mondiale, rappresentativo dell'agroalimentare italiano e quindi in grado di rappresentare un valore aggiunto per il grande evento.

Come si può evincere dal caos generato dai padiglioni Eataly, la risonanza mediatica dell'azienda e del suo tycoon Oscar Farinetti è così forte che spesso la linea tra demagogia e reale difesa e valorizzazione dei prodotti made in Italy da parte dello store è sottile.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Made in Eataly: radici storiche, brand e qualità

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Agostino Piacquadio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche, Sociali e Internazionali
  Relatore: Fabio Giusberti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia dell'innovazione
tesi
made in italy
food
eataly
italian sounding
filiera alimentare
pizza
cucina italiana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi