Skip to content

Il sinodo sulla famiglia 2014 e i presupposti canonici per la conciliazione delle divergenze

La vocazione familiare; l’integrazione delle famiglie c.d. irregolari

L’Instrumentum laboris 2015 ha ulteriormente approfondito, rispetto a quello precedente, l’indagine a livello mondiale per individuare tutte le sfide che le società moderne pongono alle famiglie di oggi e che la Chiesa deve affrontare per portare a tutti il messaggio di salvezza affidatole da Gesù e renderlo credibile all’uomo del 2000.

Nella prima parte sono indicate tutte le sfide esterne a partire dal contesto socioculturale, con i suoi lati positivi e quelli negativi (fra cui spicca un individualismo esasperato ed una crisi di fede che a volte sono all’origine delle crisi familiari). Seguono il cambiamento antropologico e le contraddizioni culturali e quelle sociali che incidono negativamente sulla qualità affettiva e spirituale della famiglia.

La famiglia però rimane una risorsa insostituibile della società e quindi sono necessarie adeguate politiche familiari. La solitudine, frutto dell’assenza di Dio e della fragilità delle relazioni, è una delle più grandi povertà della cultura attuale: le famiglie si sentono abbandonate dalle istituzioni e da ciò derivano gravi conseguenze per l’organizzazione sociale. La vita familiare è condizionata dalla realtà economica per cui è necessario un cambiamento strutturale della società anche per evitare la sfida della povertà e dell’esclusione sociale.

La sfida ecologica investe molte popolazioni per mancanza di acqua, degrado ambientale, fame, malnutrizione, terreni devastati dalla cultura dell’usa e getta, per cui la Chiesa collabora ad un profondo cambiamento del sistema mondiale.

Nelle società più evolute decresce la natalità ed aumentano gli anziani, il cui apporto non sempre viene apprezzato in una società programmata per l’efficienza, anche se gli stessi sono l’anello di congiunzione fra le generazioni, aiutano economicamente le giovani coppie, accudiscono i nipoti e trasmettono la fede. La sfida della vedovanza produce una più grave solitudine e pone seri problemi di assistenza e sostegno da parte della comunità cristiana.

L’ultima stagione della vita ed il lutto in famiglia costituiscono aspetti critici dell’età avanzata per i quali la dimensione della spiritualità e della trascendenza costituisce una risorsa essenziale per valorizzare la fase conclusiva della vita, dandole un senso di dignità e speranza.

La sfida delle disabilità spesso sconvolge la vita delle famiglie in quanto l’handicap di un componente crea situazioni difficili da gestire e per questo deve essere valorizzato il dopo di noi che può aiutare le persone in difficoltà a giungere ad una qualità di vita più dignitosa. Le migrazioni spesso creano situazioni disastrose per le famiglie, specie quando diventano un fenomeno di massa che porta alla divisione del nucleo familiare ed alla difficile integrazione nei paesi di arrivo.

Sfide particolari vengono poste in alcune parti del mondo: dalla poligamia, al matrimonio a tappe ed ai matrimoni combinati fra famiglie, anche per i figli appena adolescenti. Condizioni di vita deteriorate spesso si verificano per i bambini di strada, abbandonati, con un solo genitore o contesi fra genitori divisi, oppure soggetti al turpe sfruttamento sessuale.

La Chiesa può influire positivamente in tutti i contesti valorizzando il ruolo delle donne, favorendo la loro partecipazione nei processi decisionali e accompagnando le famiglie nella formazione dell’affettività dei giovani.

Anche la sfida bioetica spesso sconvolge la dinamica delle relazioni sociali e giuridiche, in quanto la manipolazione dell’atto generativo, indipendente dalla relazione sessuale fra uomo e donna, rende la genitorialità una realtà componibile e scomponibile a secondo dei desideri di singoli o coppie.

Per tutte queste sfide esterne la Chiesa deve dire una parola di verità e speranza riproponendo i grandi valori del matrimonio e della famiglia ed operando una vera rivoluzione pastorale che coinvolga l’intera comunità cristiana.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il sinodo sulla famiglia 2014 e i presupposti canonici per la conciliazione delle divergenze

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Antonio Maiorano
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Dottorato in Diritto Canonico
Anno: 2016
Docente/Relatore: Michele Riondino
Correlatore: Manuel JesusArroba CondeCriistianBegus
Istituito da: Pontificia Università Lateranense
Dipartimento: Facultas Iuris Canonici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 228

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto divino
indissolubilità matrimonio
sinodo famiglia
dirtto canonico
istitutzione chiesa
costituzione chiesa
disciplina matrimonio
separazione canonica
processo breviore
nullità canonica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi